Notizie di Marzo '99

Notizie di Marzo '99
Marzo '99

Occupazioni e manifestazioni di Marzo '99    

29 marzo 1999 - Violenza nel Paranà
Uccisione di Eduardo Anguinoni, 31 anni fratello di Celso Anguinoni, membro della direzione regionale del MST del Paranà. Il MST pensa che obiettivo degli assassini fosse Celso.
Celso ed Eduardo erano infatti insieme a casa di Celso quando sono stati sorpresi dagli spari che hanno colpito Eduardo.

Paraná: Mine antiuomo contro i Sem terra
Marzo 1999
Dopo la denuncia fatta dalla avvocatessa Dioneia Froes Dresch sul fatto che i proprietari di terra del Paranà stanno utilizzando mine terrestri per impedire le occupazioni delle loro terre improduttive, il deputato Pellegrino del PT, vice presidente della Commissione Diritti umani della Camera ha annunciato che attraverso la commissione chiedera al Ministero della difesa e alla segreteria della pubblica sicurezza del Paranà di appurare i fatti.
Il Pt vuole che si formi una sottocommssione della Commissione dei Diritti umani che visiti la zona.

16-19 marzo - La CPT analizza la crisi del Brasile (1)
Il consiglio nazionale della Commissione Pastorale della Terra, riunito a Hidrolandia(GO), ha fatto una importante analisi della attuale congiuntura del paese con un documento: Lettera del Consiglio Nazionale della CPT
Il documento mette in luce l' incapacità del Governo Cardoso di fronteggiare la crisi e l'assenza di un progetto delle élites per il Brasile. Questa situazione offre ai movimenti popolari una occasione inedita di egemonizzare la società con la costruzione di un progetto popolare.

16-19 marzo - La CPT analizza la crisi del Brasile (2)
Il documento critica il progetto della Banca della Terra che insieme allo smantellamento dell'Incra e alla restrizione del Credito agricolo rappresenta la fine di qualsiasi reale ipotesi di riforma agraria. A questa politica bisogna resistere in ogni modo rafforzando le occupazioni come forma legittima di pressione per l'esproprio massiccio delle terre dei latifondi, battendosi in difesa del credito agricolo speciale, assistito, per gli insediati (Procera) e per i piccoli agricoltori (Pronaf). Bisogna superare il localismo, rafforzare le alleanze nella lotta sociale del campo e delle città, impegnarsi tutti nella Consulta popolare che è una inizativa congiunta del Settore sociale della Conferenza dei vescovi, del MST e della Centrale dei Movimenti popolari che ha già fatto passi importanti nella costruzione di un Progetto popolare per il Brasile attraverso azioni, dibattiti, pubblicazioni. Bisogna fare un salto di qualità nel livello di azione e afferrare l'opportunità che la storia ci offre.

16-19 marzo - Brasilia - Incontro nazionale straordinario dei dipendenti dell'Incra
L'incontro, che ha visto la partecipazione di 220 dirigenti di tutti gli stati era finalizzato all'esame della situazione dell'ente e delle misure del Governo relative alla riforma agraria. È stata denunciata la manipolazione del Governo relativamente al programma Il nuovo mondo rurale che è stato progettato senza il coinvolgimento dei dipendenti dell'ente. I partecipanti hanno affermato che è necessario contrastare la politica di Cardoso che vuole applicare nelle campagne il neoliberalismo abbandonando la riforma agraria. È questo il senso del progetto della Banca della terra, della smobilitazione dell'Incra e di tutti i provvedimenti del Governo relativi all'agricoltura.
I delegati hanno approvato all'unanimità una mozione di condanna nei confronti del Ministro straordinario per la riforma agraria in relazione alle sue minacce di licenziamento nei confronti dei sovrintendenti regionali che si sono dichiarati favorevoli alla trattativa con i lavoratori sem terra in occasione delle occupazioni delle varie sedi dell'ente. Ritengono infatti la trattativa il modo migliore di affrontare le legittime rivendicazioni dei lavoratori.

15-17 marzo - Incontro nazionale dei Sem Terrinha
Bambini e adolescenti di varie regioni del paese si sono ritrovati al 1° incontro nazionale dei giovani sem terra che si è realizzato a Brasilia.
Hanno partecipato i finalisti del concorso realizzato nel 1998 tra le scuole degli insediamenti e accampamenti del MST sul tema: Il Brasile che vogliamo . I bambini hanno realizzato disegni e testi. All'incontro hanno partecipato tra gli altri Frei Betto e il poeta Pedro Tierra. I bambini sono stati ricevuti al Palazzo del Planalto e al Ministero dell'Educazione dove hanno presentato un documento nel quale si parla del Brasile di oggi e di quello che loro vorrebbero costruire.
Al ministero dell'educazione hanno anche presentato un elenco di rivendicazioni relative all'educazione negli insediamenti e negli accampamenti di tutto il paese. I ragazzi rivendicano: costruzione di scuole, di parchi e campi sportivi, risorse per l'educazione di giovani e adulti, per la formazione degli insegnanti, per le biblioteche, per i trasporti scolastici, ecc.

15-17 marzo - Incontro nazionale dei Sem Terrinha/Felice anniversario MST
Alla fine dell'incontro sono stati premiati i vincitori del concorso. Le relazioni e i disegni selezionati sono riuniti nella pubblicazione Disegnando il Brasile. Erano presenti rappresentanti di molte istituzioni educative, sindacali e religiose, tra cui la Conferenza dei vescovi brasiliani e l' Unicef.
È stato anche lanciato il concorso nazionale di quest'anno che ha come tema: 1999-Felice anniversario MST. Il Movimento compie infatti durante quest'anno i suoi 15 anni di vita.

18 marzo - Il MST risponde ai prodotti transgenici con il riso ecologico
Nell'insediamento 19 settembre, Guaiba, Rio Grande del sud, è cominciato il raccolto del riso ecologico. 15 famiglie hanno coltivato 20 ettari senza utilizzare agrotossici. L'aspettativa dei produttori è di raccogliere 5,5 tonnellate per ettaro. La produzione ecologica è una risposta al riso transgenico. Gli agricoltori vogliono mostrare che esiste una alternativa di basso costo e buona produttività, che preserva la vita.

12 marzo - Nuovo mondo rurale (1)
Quali sono le pretese dichiarate dal governo? Aggiungere agli espropri di fattorie improduttive diverse altre forme d'acquisizione di terre da distribuire ai senza terra, specialmente la Banca della Terra; decentrare la riforma agraria, trasferendo alcune funzioni appartenenti all'Incra agli stati ed ai municipi; equiparare i beneficiari della riforma agraria agli agricoltori familiari, col fine dell 'unificazione del credito agricolo e dell' assistenza tecnica.Possiamo trovare tutto ciò in un documento denominato "Agricoltura familiare, riforma agraria e sviluppo locale per un nuovo mondo rurale", il cui sottotitolo è: "Politica di sviluppo rurale basata sull'espansione dell'agricoltura familiare ed il suo inserimento nel mercato".

12 marzo - Nuovo mondo rurale (2)
Il governo, però, di fatto, vuole bloccare la riforma agraria, considerata dai suoi esperti agrari superata, perché concepita in un momento in cui non era il mercato l'unico fattore rilevante per determinare le relazioni economiche e sociali nell'agricoltura brasiliana.
La combinazione della Banca della Terra con il decentramento dell'Incra ha un obiettivo preciso: creare le condizioni per indebolire il MST, sostituendo la mobilitazione con una politica clientelare. Il prestito di un miliardo di dollari che il governo sta chiedendo alla Banca Mondiale per finanziare questo programma intende dare la possibilità ai sindaci (la maggior parte legata ai latifondisti) di realizzare più facilmente questa politica clientelare.

1 Marzo. Il Mst occupa area di un'impresa elettrica.
Militanti del MST hanno invaso all'alba del primo marzo un'area di 1.200 ettari di proprietà della compagnia di energia elettrica Gerasul, nei pressi di Catuipe, nello stato di Rio Grande do Sul. L'occupazione è stata portata a termine da 1.300 famiglie. Il Mst cerca con tale occupazione di spingere l'Incra a definire un calendario preciso per le assegnazioni di terre nello stato. Secondo i dirigenti del movimento, l'accordo fatto con l'Incra lo scorso anno prevedeva assegnazione di terre a 2.500 famiglie per l'anno corrente. La compagnia Gerasul fa parte del gruppo belga Tractebel. Un dirigente dell'impresa ha informato che gli avvocati stanno preparando richiesta di restituzione del terreno occupato.

1 Marzo 1999. Diminuiscono i viveri, si teme aumento suicidi tra indios guarani-kwiowa
L'annunciato taglio del budget del programma federale per la distribuzione dei viveri agli indios del Mato Grosso do Sul (Brasile) potrebbe incrementare il tasso dei suicidi tra i guarani-kwiowa. L'allarme è stato lanciato dal Consiglio Indigenista Missionario (Cimi) e ripreso ieri dal quotidiano locale 'Folha de Sao Paulo'. Secondo Maucir Pauletti, consigliere legale del Cimi, la decurtazione dei fondi indirizzati agli indios (per una cifra pari a 39 milioni di dollari Usa) richiesta dal Fondo Monetario Internazionale (Fmi), peggiorerà sensibilmente le già precarie condizioni di esistenza dei 27mila guarani-kwiowa. La disposizione federale, in termini pratici, si traduce in 9.600 pacchi di viveri in meno al mese. (FB) (brief, peace/justice)

Occupazioni e manifestazioni di Marzo '99