Notizie di maggio 2003

Notizie Maggio 2003
Cresce la tensione a Manoel Ribas in Paraná
31 maggio
È sempre più tesa la situazione a Manoel Ribas, dove 350 famiglie (altre 350 si sono aggiunte il giorno 30) occupano la Fazenda Três Marias dal giorno 12 di maggio. Il 27 maggio è stata realizzata una grande manifestazione contro il latifondo che genera violenza, che ha visto la partecipazione di 3000 persone. La manifestazione nel centro di Manoel Ribas, è stata pacifica e ha visto la partecipazione di parlamentari, preti, militanti delle varie organizzazioni sociali e sindacali. Sono state denunciate le milizie armate che stanno agendo nella regione e i tentativi di assassinio subiti da dirigenti di MST e CPT (tra questi il compagno Ireno Prochnow, uno dei principali leader del MST dello stato) e l'incendio della casa dei compagni Santo e Gislaine Magiato Di fronte alla denuncia che i fazenderos legati al PCR (Primo Comando Rurale) e al SINAPRO (Sindacato nazionale dei produttori rurali) avrebbero assediato l'occupazione, i manifestanti hanno marciato fino alla Fazenda Três Marias per solidarietà agli accampati.
Ci sono circa 100 fazendeiros che sono accampati in una fazenda vicina all'area occupata. Insieme a loro ci sono vari pistoleiros. Minacciano di porre un'assedio all'occupazione, impedendo l'entrata e l'uscita delle persone, fino a che la polizia non ordini lo sgombero.
Chiediamo che inviate messaggi al governatore dello stato Roberto Requião, chiedendo che siano prese misure per impedire comportamenti illegali da parte delle milizie armate e la fine della impunità per il fazendeiros
E-mail del governatore: Governador Roberto Requião: ccivil@pr.gov.br

Occupazione del latifondo della Souza Cruz (gruppo Bristh-American tobaco) a Pantano Grande - Rio Grande do Sul.
28 maggio
Più di cinquemila lavoratori rurali e urbani dell'intero stato, hanno occupato il 28 maggio la Fazenda Boa Vista, nell'area della Souza Cruz sulla BR 471, Km 8 da Pantano Grande. I manifestanti sono rimasti sul posto fino alle 13. L'azione fa parte della Giornata di Lotte per la terra, il lavoro e i diritti sociali organizzata da CUT/RS, Federazioni, Sindacati e Via Campesina. Con questa giornata i lavoratori rivendicano la lotta contro il latifondo e contro la fame. Secondo gli organizzatori è inammissibile che un'impresa straniera possieda migliaia di ettari senza produrre mentre esistono 17.000 coltivatori di tabacco senza terra, soltanto nella regione della Vale do Rio Pardo. "Nel Rio Grande do Sul, sono 120.000 le famiglie senza terra che vivono nei campi. Se gli 838 latifondi dello stato, maggiori di duemila ettari fossero espropriati questo sarebbe sufficiente per insediare 110.585 famiglie".

Serpa, Portogallo. 5° incontro dei gruppi di appoggio europei al Movimento Senza Terra.
24/25 maggio
Circa 100 rappresentanti di comitati di appoggio al MST di 11 paesi europei, hanno discusso con alcuni rappresentanti del MST, le attività svolte dai gruppi negli ultimi anni e hanno fatto progetti per il futuro. (Vedi relazione)

Giudicati gli assassini di João Canuto
23 maggio
Il 23 maggio i due mandanti dell'assassinio di J.Canuto de Oliveira, Adilson Laranjeira (ex-sindaco di Rio Maria) e Vantuir de Paula (latifondista) sono stati condannati a 19 anni e 10 mesi di prigione in regime chiuso.
Ma staranno in libertà finché il ricorso contro la sentenza verrà giudicato João Canuto è stato il primo presidente del Sindacato dei Lavoratori Rurali di Rio Maria, un comune nel sud del Pará. È stato assassinato il 18 dicembre del 1985 cib 18 colpi sparati da due pistoleiros. Nel 1990 sono stati uccisi due figli del sindacalista e la famiglia dovette abbandonare la casa.

Due nuovi libri in italiano sul Movimento Senza Terra del Brasile:
1. Luca Fanelli, La scelta della terra. Studio di un insediamento rurale del Movimento Sem Terra in Brasile Zamorani, Torino (Italia) 2003. In questo libro è raccontata la vita di circa trenta persone che oggi risiedono e lavorano insieme nell'insediamento Santa Maria, organizzato dal Movimento Sem Terra nel nord dello stato del Paraná, in Brasile. Il libro si basa su una ricerca sul svikta in Brasile nel 2000. Sono state usate sia fonti bibliografiche, sia le storie di vita delle persone che vivono nell'insediamento studiato. Per maggiori informazioni o per acquistare il libro, contatta l'autore: Telefono: 329.12.42.631. Email: luca.fanelli@photowo.net. Oppure direttamente l'editore: Silvio Zamorani editore Corso San Maurizio, 25- 10124 Torino - tel. 011 8125700 - fax 011 8126144 e-mail: szamora@tin.it
2. Nicoletta Acerbi, il Movimento dos Sem Terra in Brasile, L'Harmattan Italia. Il libro viene presentato il 3 giugno a Reggio Emilia con la partecipazione di Wilson Dallagnol del Comitato di appoggio al MST

Proteste contro il latifondo in Pernambuco
19 maggio.
Circa 2000 lavoratori rurali, legati a MST, FETAPE e CPT hanno protestato contro l'azione criminosa del latifondo con la connivenza delle autorità. La manifestazione è stata realizzata all'Engenho Prado, comune di Tracunhaém, Pernambuco. Il luogo è stato scelto perché si tratta di una situazione esemplare. I lavoratori chiedono l'espropriazione dell'Engenho Prado, che non compie la sua funzione sociale. Il Pernambuco, insieme a Para e Mato Grosso possiede il maggior numero di conflitti per la terra del paese. In Pernambuco, dal 1995 al 2002, 17 lavoratori rurali sono stati assassinati, 46 torturati, 235 arrestati, 428 aggrediti fisicamente o feriti. Molto poco si sta facendo nello stato per lariforma agraria. Di fronte alle 35.000 famiglie senza terra accampate (senza contare la moltitudine di lavoratori rurali senza lavoro e senza terra), negli ultimi 8 anni in Pernambuco sono state insediate soltanto 5000 famiglie.

Bruciata una casa di agenti della CPT nel nord del Paraná
18 maggio
La casa di Santo e Gislaine Megiatto, della CPT è stata bruciata domenica 18 maggio, nella zona rurale del comune di Marialva. Santo e Gislaine sono agricoltori familiari e lavorano da diversi anni come agenti CPT denunciando le pratiche abusive dei fazenderos. Santo era già stato minacciato da parte di pistoleiros del latifondista Luiz Sabaíni, principale sospettato dell'atto criminoso. Santo ha subito varie forme di intimidazione fino ad un tentativo di omicidio, sabato. Domenica, oltre all'incendio della casa, sono stati rubati alla famiglia 25 maiali, l'unica loro fonte di sostentamento.


Il MST occupa una fazenda della Monsanto a Ponta Grossa
16 maggio
Circa 150 persone del MST sono entrate in una stazione sperimentale della Monsanto, a Ponta Grossa, 120 km da Curitiba nella regione sud del Parana. I cinque funzionari della fazenda sono stati allontanati. Durante la settimana scorsa la stessa fazenda era stata occupata dai circa 800 partecipanti alla 2° giornata di agroecologia ed erano stati distrutti i campi di mais transgenico.
Il coordinatore MST Célio Rodrigues, ha detto che obiettivo del movimento è trasformare la fazenda di 43 ettari in un centro di ricerche agroecologiche. "I transgenici sono prodotti di cui nessuno conosce i rischi per la salute e danneggeranno le esportazioni brasiliane". Il governo del paese potrebbe prendere la fazenda - secondo il dirigente MST - come forma di pagamento dei 44 milioni di reais che la Monsanto deve alla Previdenza Sociale. Il MST ha ricevuto la solidarietà dei partecipanti al Forum delle Organizzazioni di lavoratori e lavoratrici rurali del sud del Parana.
José Licheski, uno dei cordinatori del forum ha detto: " Noi pensiamo che il grande nemico dell'agricoltura familiare è l'impero dei semi transgenici

Festeggiare per Alcantara è preparare il nostro esercito contro l'ALCA
Circa 300 persone, rappresentanti dei vari enti che compongono la Campagna brasiliana contro l'ALCA hanno occupato nel pomeriggio del 12, l'auditorium Nereu Ramos, a Brasília/DF, per festeggiare l'archiviazione dell'accordo che prevede l'installazione di una Base Militare Americana ad Alcantara Maranhão. La cerimonia intitolata "Consolidamento di una Vittoria" ha visto la partecipazione del presidente della Commissione di Costituzione e Giustizia, il deputato federale Luiz Eduardo Greenhalgh e di João Pedro Stedile, coordinatore del MST, tra gli altri.
Per Stedile "è stata una grande vittoria per il popolo brasiliano e latinoamericano il fatto che il presidente Lula abbia preso la decisione politica di bloccare l'accordo.

Fuori la Monsanto. Vogliamo un mondo e un Brasile liberi da transgenici
Con queste parole si è chiusa il 9 maggio la 2° giornata di Agroecologia a Ponta Grossa,in Parana. L'evento che ha visto oratori Plínio de Arruda Sampaio e Peter Rosset, è terminato con la distruzione di una piantagione di 10 ettari di mais transgenico RR della Monsanto. Maggiori informazioni

Dichiarazione dei Vescovi brasiliani sugli OGM
6 maggio
Dichiarazione sui transgenici - Documento di vescovi brasiliani che operano nelle campagne elaborato durante l'assemblea della Conferenza dei Vescovi brasiliani: "Noi Vescovi che partecipiamo alla Commissione Pastorale della Terra, CPT, nei diversi settori regionali della conferenza dei vescovi, di fronte alla grave problematica dei transgenici nel nostro paese e facendo riferimento ai dispositivi di legge vigenti, prendiamo l'iniziativa di pronunciarci su questo tema." (per leggere l'intera dichiarazione)

Il MST e il governo Lula
6 maggio
Quali posizioni ha manifestato il movimento senza terra negli ultimi mesi di fronte al candidato Lula e poi al presidente Lula? Attraverso articoli ed interviste viene ricostruito un atteggiamento coerente che si fonda su due concetti: autonomia e collaborazione per il raggiungimento di obiettivi condivisi. (il testo completo)

Lettera a Lula di intellettuali brasiliani
1 maggio
"Caro Presidente, questa lettera le viene inviata da persone che apprezzano il suo percorso politico e desiderano prestarle ogni possibile aiuto, perché Lei possa corrispondere alle enormi speranze che la sua vittoria ha risvegliato nel popolo brasiliano" Gli intellettuali continuano chiedendo la realizzazione di due plebisciti che coinvolgano il popolo: sull'ALCA e sulla Banca Centrale. (il testo della lettera)

Nuovo accampamento in Parana "Accampamento 1° maggio"
1 Maggio
Bituruna - il 1 maggio decine di famiglie di senza terra del comune di Bituruna e della regione hanno montato un accampamento presso la strada PR 170 a circa 12 km in direzione Bituruna - União da Vitória. La fredda pioggia caduta tutta la mattina non ha scoraggiato le famiglie che hanno montato le loro baracche. Tutti i membri delle famiglie collaboravano. A fine giornata si contavano 85 famiglie, la prospettiva è che si arrivi a 200. Alle 10 un ufficiale giudiziario dai modi prepotenti ha cercato di allontanare le famiglie ma queste non si sono lasciate spaventare e si vanno ad aggiungere ai 12.000 accampati presenti nello stato.

Traffico di armi e milizie rurali nel Rio Grande do Sul
29 aprile
Il deputato del Pt Adão Pretto ha presentato il 24 aprile una denuncia al Ministero della giustizia suggerendo l'apertura di un'inchiesta della Polizia Federale per appurare la veridicità di informazione diffuse dalla stampa del Rio Grande relativamente al ritrovamento di armi da guerra nella città di Bagé. Il giornale Zero Hora ha pubblicato il 16 aprile un articolo intitolato "trovate armi da guerra a Bagé", Uno degli arrestati ha affermato che "le armi erano rivendute a persone della regione, tra loro produttori rurali timorosi di invasioni". Queste informazioni, secondo Pretto, trovano riscontro nei fatti visto che la stampa ha parlato di movimenti di ruralisti e loro dipendenti in quel comune che sfilavano con armi di grosso calibro per intimidire i lavoratori rurali