Notizie di Maggio '99

Notizie di maggio 1999
Maggio '99

 

Nuove espulsioni nel Paraná (21 maggio 1999)
All'alba del 21 maggio scorso sono state effettuate altre espulsioni illegali in 4 aree occupate da circa 200 famiglie di sem terra nella regione di Querencia del Nord. Alle 3 del mattino i poliziotti hanno bruciato le baracche gridando e minacciando gli occupanti, inclusi i bambini, con armi pesanti, cani e bombe lacrimogene. Almeno 7 lavoratori sono stati arrestati e più di 10 sono stati feriti a seguito degli incendi.
Le strade che portano alla città sono bloccate da un forte dispiegamento di poliziotti. Tutto ciò conferma l'intenzione del governo del Paraná di criminalizzare e distruggere la lotta per la terra. Il governatore Jaime Lerner ha trasformato il Paraná in un campo di massacro dei lavoratori, come nei peggiori momenti della dittatura militare brasiliana.

Clima di terrore a Fraiburgo (Stato di Santa Caterina)
Circa 20 pistoleiros incappucciati e con armi pesanti stanno bloccando le due entrate della Fazenda Rocha occupata da sem terra, per ordine della proprietaria della fazenda. I lavoratori sono imprigionati, non possono né entrare né uscire dall'area per comprare da mangiare e coperte per difendersi dal freddo molto forte. Una delle entrate bloccate dà accesso ad altre comunità dove la popolazione locale è terrorizzata. La fazenda Rocha è un latifondo improduttivo occupato nell'aprile di quest'anno da circa 500 famiglie. L'area è stata ispezionata dall'INCRA che non ha ancora divulgato il risultato dell'ispezione. Il 23 maggio è stata ordinata l'espulsione entro 24 ore.
Il MST dello Stato di Santa Caterina tenterà di negoziare il termine dell'espulsione, dato che l'INCRA darà il risultato dell'ispezione nei prossimi giorni.

Giustizia cieca (Folha di S. Paulo, 15 maggio 1999)
Il 7 maggio scorso il governo del Paraná ha iniziato una grande operazione di disoccupazione delle proprietà occupate nel nord ovest dello stato (vedi notizie seguenti). Nella regione il giudice Elisabeth Klater aveva ordinato 45 mandati di recupero dei terreni occupati e già nel primo giorno ne sono stati effettuati sei. Il giudice Klater ha voluto festeggiare l'operazione con degli amici in un ristorante. Durante la cena, un fotografo si è avvicinato al giudice che, confondendolo con un poliziotto, gli ha detto: Complimenti per il lavoro! Proprio ora stavo elogiando quello che avete fatto per i miei amici proprietari terrieri. Stiamo festeggiando l'inizio di un accordo tra proprietari terrieri e Polizia Militare.
Dopo essersi accorta dello sbaglio, è impallidita e ha cercato di giustificarsi dicendo: Ma l'amicizia non ha influito (nelle decisioni giudiziali).

Lavoratore rurale torturato nel Paranà
Testimonianza del lavoratore rurale, Valdecir Bordignon, torturato e arrestato nel comune di Ortigueira, nello stato del Paranà.
Con un testo da inviare al Presidente Cardoso, al governatore del Paranà e al ministro della giustizia.

Debito brasiliano / Mobilitazione popolare (Da Nigrizia)
A Rio, 1.700 persone hanno partecipato al Tribunale del debito estero (dal 26 al 28 aprile, cui tema La vita al di sopra del debito). Il verdetto è di condanna. I brasiliani dicono di no al pagamento del debito che ammonta alla gigantesca cifra di 235 miliardi di dollari. Paulo Lima

Continua la violenza nel Paranà
Il 19 aprile il lavoratore senza terra Edivir Cardoso da Silva, 36 anni, accampato nella Fazenda di proprietà del signor Luiz Carlos Ruaro, a Bituruna, mentre si dirigeva verso la casa di suoi parenti a Chopizinho, in motocicletta, è stato bloccato da 4 pistoleiros a 25 km da Bituruna.
I pistoleiros hanno bloccato la moto con una macchina e hanno cominciato a picchiare Edvir con calci nelle costole, pugni ecc.
I pistoleiros hanno detto che avevano già ammazzato e seppellito due persone e che i prossimi sarebbero stati Edvir, Nei Orzekovski e Catarino (coordinatori regionali del MST).
Tutto fa pensare che Edvir sarebbe stato ucciso, ma i pistoleiros sono stati distratti da un veicolo che arrivava. Edvir è fuggito con la sua moto andando ad alta velocità. È stato inseguito dai pistoleiros ed alla fine è andato a sbattere contro un'automobile finendo 15 metri distante dal luogo dell'incidente.
Soccorso dalla polizia stradale è stato portato all'ospedale di General Carneiro in stato di incoscienza con ferite molto gravi. Alcuni rappresentanti della CPT sono riusciti a parlare con lui una decina di giorni dopo il fatto e lui ha detto loro che non smetterà di lottare per avere un pezzetto di terra per vivere e allevare i suoi figli. La Fazenda Ruaro è stata occupata da circa 50 famiglie il giorno 17/4/99
La Polizia militare mentre convive con i pistoleiros in varie regioni dello stato mantiene agenti infiltrati negli accampamenti per generare un clima di demoralizzazione e criminalizzazione del MST. Si denuncia infatti che il MST starebbe studiando tecniche di guerriglia (secondo il servizio del Jornal Gazeta do Povo del 25/4/99 che parla della infiltrazioni di 8 uomini dei servizi segreti in accampamenti e insediamenti del MST). Questa strategia molto vecchia è ben conosciuta. Prima si accusano le persone di essere comuniste e sovversive e poi si montano operazioni per eliminare i supposti nemici che in questo caso sono famiglie che lottano per sopravvivere di fronte alla esclusione sociale e alla miseria imposte da questo modello di sviluppo.
Sono 41 i lavoratori rurali assassinati nello stato del Parana dal 1980; 258 sono stati arrestati in questo stesso periodo, 80 minacciati di morte e 61 hanno subito un tentativo di omicidio. Sotto l'attuale governatore Jaime Lerner sono stati assassinati 13 lavoratori, imprigionati 143, mentre 37 hanno sofferto attentati e oggi molti sono minacciati di morte. Non stiamo parlando di statistiche . Dietro i numeri ci sono persone concrete, cittadini vittime di esclusione sociale e violenza, famiglie intere che cercano nella terra l'unica possibilità di sopravvivere con un minimo di dignità.