Notizie di Giugno '00

Notizie Giugno 2000
Giugno '00
Jeronimo Amorim è condannato a 19 anni di prigione. Giustizia è fatta!
Dopo un processo durato 10 ore, a Belém (Pará), il proprietario terriero Jeronimo Alves Amorim, mandante dell'assassinio del presidente del Sindacato dei Lavoratori Rurali di Rio Maria, Expedito Ribeiro de Souza, avvenuto nel febbraio del 1991, è stato condannato a 19 anni e sette mesi di prigione con una decisione inedita. È stata la prima volta, in 30 anni, che un "fazendeiro" viene processato e condannato per crimini commessi nel Sud dello stato di Pará. Questa é una vittoria dei difensori dei diritti umani e di tutta la società, perché rappresenta il primo passo per sconfiggere l'impunità sempre presente nei crimini commessi da latifondisti. È stata anche una vittoria personale per padre Henri Des Roziers, avvocato della Commissione Pastorale della Terra (CPT) - che ha condotto l'accusa - e che da nove anni si batte denunciando e lottando perché fosse fatta giustizia, non solo nel caso di Expedito, ma anche di altri lavoratori assassinati nel Sud del Pará. (si veda anche la lettera di p. Sella e l'articolo sulla notizia).

USR minaccia di uccidere nel Pontal e la Giustizia chiede l'arresto di dirigenti del MST
Secondo informazioni della direzione del MST dello stato di São Paulo, nel Pontal del Paranapanema, l'UDR (unione democratica rurale), con la protezione della Giustizia, intensifica gli atti di terrore. I leader del movimento sono costretti a lasciare le loro case e trovare protezione in luoghi sconosciuti a causa delle costanti persecuzioni dei gruppi paramilitari, sparsi per tutta la regione e mantenuti dai "grileiros" nei loro latifondi. Trenta giorni fa, il militante del MST, Márcio Barreto è stato minacciato di morte nel centro della città di Teodoro Sampaio dal proprietario terriero Márcio Negrão, che impugnava una pistola, accompagnato da tre uomini armati. Il 5 giugno, le case dei dirigenti del MST, José Rainha Júnior e Valmir Rodrigues Chaves, sono state tenute sotto costante sorveglianza fino all'alba da sei pistoleri appostati dentro una macchina. Gli stessi pistoleri, alle ore 17 si trovavano a bere in un bar davanti alla segreteria del MST e dichiaravano ai presenti che la loro missione "non era quella di danneggiare fisicamente i dirigenti del MST, li dovevano proprio uccidere".

Fórum Contag discute esperienze di sviluppo rurale sostenibile
Con un'economia agricola basata principalmente sulla produzione di riso, tabacco e allevamento, il municipio di São Francisco de Assis, nello stato di Rio Grande do Sul comincia a intervenire per cambiare questo profilo, puntando su alternative redditizie per l'agricoltura famigliare. Secondo João Olin, presidente del Sindacato dei Lavoratori Rurali del municipio, questa nuova prospettiva fa parte del Piano Municipale di Sviluppo Sostenibile, elaborato sulla base di discussioni che coinvolgono il sindacato, cooperative di produttori, il Comune e l'Emater. Un'altra conquista, sostiene, è stato l'aumento della percentuale del bilancio municipale applicato nell'agricoltura, con una crescita da 2,3% a 3,3%.

Forum Contag discute II
Sotto il tema "Gestione della Partecipazione per lo Sviluppo Rurale Sostenibile", l'evento promosso dalla Confederazione Nazionale dei Lavoratori Agricoli (Contag) ha riunito, durante tre giorni di dibattiti, oltre 200 tecnici, dirigenti e assessori del Movimento Sindacale dei Lavoratori Rurali, rappresentanti delle Ong, movimenti sociali e agenzie multilaterali di cooperazione tecnica e finanziaria e della Banca Mondiale. Il governatore Olívio Dutra, il Ministro dello Sviluppo Agrario, Raul Jungmann e il presidente della Contag, Manoel dos Santos, hanno aperto il forum il 5 giugno. Sono stati tre giorni di discussioni sul concetto della gestione della partecipazione alle politiche pubbliche e sulle strategie per i metodi di cooperazione tra le istituzioni coinvolte nell'ampliamento del Progetto di Sviluppo. All'incontro sono intervenuti conferenzieri e singoli partecipanti dal Brasile, Cile, Argentina, Uruguay e Paraguay.

Il MST chiarisce morte di fazendeiro nel Sud del Pará
Il MST ha divulgato una nota di chiarimento sull'assassinio dell'ex-presidente dell'Associazione degli Insediati della Fazenda Cajazeiras, nel Sud del Pará, Neuci da Silva. Secondo il MST, il lavoratore ucciso nella notte del 3 giugno, nella sua abitazione, faceva parte dell'associazione degli Insediati della Fazenda Cajazeiras, che non appartiene al MST. Ci sono tre insediamenti vincolati al MST nella regione: Palmares, Rio Branco e Onalício Barros. Tali insediamenti includono il lavoro e il riscatto di una degna esistenza civica per 998 famiglie. Purtroppo, i media brasiliani provocano appositamente confusione nella pubblica opinione, etichettando qualsiasi lavoratore rurale con la definizione di senza terra. Esistono molti movimenti e organizzazioni di lavoratori rurali, ma è il MST quello su cui ricadono tutti gli atti e incidenti che coinvolgono i lavoratori in generale, afferma il MST.

CPT orienta elettori negli insediamenti e accampamenti
La Commissione Pastorale della Terra di Goiás ha realizzato il 9 e il 10 giugno il primo corso di Formazione Politica per le elezioni di quest'anno. Il corso si è svolto a Mundo Novo (a 420 km dalla capitale, Goiânia). e vi hanno partecipato leader degli insediamenti e accampamenti della regione. Il corso, coordinato dall'équipe della Commissione Pastorale della Terra, ha adottato il "Sillabario di Formazione Politica - Fermati. Pensa. Vota.", curato dalle Pastorali Sociali della CNBB e altre Chiese cristiane. Questa sorta di sillabario si divide in tre parti: la prima racconta la storia delle occupazione delle nostre terre prima del 1500, la storia del popolo negro e descrive il Brasile oggi, dopo la colonizzazione. Nella seconda parte, il testo spiega l'organizzazione del municipio - il bilancio, le imposte e i consigli comunitari. Infine, orienta l'elettore a dire di no alla corruzione elettorale e ad inoltrare denunce in questo senso (Legge 9840)

MST e Greenpeace nella Giustizia contro i transgenici
Il Pubblico Ministero Federale del Rio Grande do Sul ha ricevuto questa settimana due rappresentanze che chiedevano provvedimenti circa l'importazione di mais argentino sospettato di contenere grani transgenici. La documentazione è stata presentata dal MST e dagli ambientalisti di Greenpeace, e consegnata al procuratore regionale dei diritti del cittadino, Fábio Bento Alves, che esaminerà le richieste. L'importazione di alimenti geneticamente modificati è vietata in Brasile. Ciò nonostante, carichi di mais argentino sospettato di includere materiale modificato sono giunti nel Paese, e almeno uno di essi è già stato scaricato nel porto di Rio Grande (RS). La scorsa settimana le imprese Perdigão e Penabranca hanno deciso di respingere l'esportazione del mais acquistato dall'Argentina perché sospettato di essere transgenico.

Manifestazione a Curitiba riunisce 5 mila persone
Circa 5 mila persone si sono riunite davanti alla cattedrale di Curitiba per ricordare la morte del lavoratore rurale senza terra Antonio Tavares, ucciso un mese fa dalla polizia a colpi di pistola. Lavoratori e studenti dell'Università Federale del Paraná hanno sfilato per le strade della capitale e si sono aggiunti alla manifestazione. Alle ore 16 è stata realizzata una cerimonia pubblica organizzata dal Forum Nazionale della Lotta per la Terra, Lavoro, Cittadinanza e Sovranità, presso il centro culturale Boca Maldita.

Rio: ucciso leader senza terra
(brief, peace/justice)
Il leader Senza Terra Wanderley Bernardo Ferreira è stato ucciso la scorsa fine settimana da sconosciuti nell'accampamento "Zumbi de Palmares", presso Campos (Stato di Rio, Brasile).
Secondo i locali esponenti del Movimento Senza Terra Ferreira è stato vittima di una vendetta.
Josias Quintal, segretario federale della Pubblica Sicurezza ha annunciato l’apertura di un’inchiesta. (FB)


Tutti in Paraná: in difesa della vita e delle libertà democratiche
Il Forum Nazionale della Lotta per la Terra, Lavoro, Cittadinanza e Sovranità ha realizzato, il 2 giugno scorso, a Curitiba, La Giornata Nazionale in Difesa della Vita e delle Libertà Democratiche. L'attività si svolge in memoria dell'assassinio del lavoratore rurale senza terra Antônio Tavares, durante la repressione poliziesca contro il MST sulla BR 277. La giornata ha riunito leader dei movimenti sociali, artisti, parlamentari, senatori, delegazioni internazionali e gruppi di persone arrivate da vari stati brasiliani.

Goiás: 15 mila lavoratori della canna da zucchero in sciopero
Oltre 15 mila lavoratori della canna da zucchero dello stato di Goiás sono in sciopero dal 2 giugno. L'informazione proviene dal segretario della Contag, Guilherme Neto, che ha partecipato il 1 giugno a Goiânia alle trattative insieme ai lavoratori di Goiás. Secondo Guilherme, i padroni accettano di aumentare i salari fino al 10% se i lavoratori lavoreranno la domenica. I sindacati vogliono una correzione salariale del 60% e non accettano la proposta di lavorare anche la domenica. Il segretario della Contag ha comunicato, inoltre, che i lavoratori della canna da zucchero a Goiás non hanno aumenti da tre anni e che le trattative sono state sospese.

CNBB e organizzazioni sociali propongono una consultazione per il debito estero
Il 1 giugno, rappresentanti del Movimento dei Lavoratori Senza Terra (MST), della Conferenza Nazionale dei Vescovi del Brasile (CNBB) e del Partito dei Lavoratori (PT), hanno incontrato il Presidente della Camera dei Deputati, Michel Temer, per consegnare un progetto di decreto legislativo che, se approvato, costringerà il governo a realizzare un referendum sul debito estero. Le istituzioni giustificano la realizzazione del referendum affermando che dal 1982 l'accumulo del debito è stato di US$ 152 miliardi. Solo nel periodo di presidenza di Fernando Henrique Cardoso, l'aumento è stato di US$ 99 miliardi. Il leader del MST, João Pedro Stédile afferma che la Costituzione già prevedeva una consultazione sul debito estero, e che il governo non l'ha fatta. Secondo lui, il presidente della Camera ha suggerito un cambiamento nel referendum - il mantenimento solo della domanda sulla consultazione. Stédile ha affermato, inoltre, che cercherà di consegnare il progetto al presidente del senato, Antônio Carlos Magalhães la prossima settimana.

Processo del proprietario terriero Jerônimo Alves de Amorim
Il "fazendeiro" Jerônimo Alves de Amorim è accusato di essere il mandante dell'assassinio de Expedito Ribeiro de Souza, presidente del Sindacato dei Lavoratori Rurali di Rio Maria, ucciso il 2 febbraio 1991, a Rio Maria, sud dello stato di Pará. Il fazendeiro era latitante dal 1994 ed è stato catturato il 22 novembre dello scorso anno a Cancun, nel Messico. Sarà processato dal Tribunale di Belém il 6 giugno.
Si veda anche la lettera di padre Sella al proposito: Il processo del primo latifondista. Finalmente giustizia!.

Per una Terra Senza Recinzioni
L'ATTAC, il MST e i Verdi tedeschi hanno organizzato un dibattito lo scorso 29 maggio, a São Paulo, sulle alternative per un'agricoltura che rispetti il lavoratore rurale e l'ambiente. L'iniziativa è stata una risposta alla repressione contro i senza terra e ha dimostrato che la struttura internazionale dei movimenti sociali è un sogno che sta diventando sempre più reale. Su invito dell'ATTAC e della Fondazione Heinrich Boll, Gilmar Mauro, componente del direttivo nazionale del MST ha discusso l'argomento con il deputato europeo Wolfgang Kreissl-Dorfler (Partito Verde tedesco) e con la professoressa Angela Mendes de Almeida.

Niemeyer farà un monumento al senza terra assassinato dalla Polizia Militare
L'architetto Oscar Niemeyer ha il progetto di creare un monumento in omaggio al senza terra Antonio Tavares Pereira, ucciso dalla PM del Paraná il giorno 2 maggio. L'annuncio è stato fatto durante un dibattito sulla questione agraria in Brasile che si è svolto presso l'Università di Rio de Janeiro. L'attore Sergio Mamberti, presente al dibattito, ha dichiarato la sua solidarietà al MST affermando: "Non capisco come il governo classifichi come violente le persone che lottano per la riforma agraria". Il leader del MST, J.P. Stedile ha criticato il comportamento della stampa davanti alle occupazioni di edifici condotte recentemente dal movimento: "Tutte le settimane il Palazzo del Planalto diffonde nei media una menzogna sui senza terra. Stedile ha anche elogiato l'iniziativa dell'UFRJ di promuovere dibattiti sul futuro della riforma agraria nel paese.

Agricoltori di Bahia denunciano irregolarità nell'applicazione del Pronaf - infrastruttura
Gruppi di piccoli agricoltori del municipio di São Miguel das Matas, Bahia, hanno incontrato il 30 maggio, il sindaco Antônio Souza Andrade, per chiedere la regolarizzazione dell'applicazione delle risorse del Pronaf (Programma Agricoltura Famigliare) infrastruttura, che assommano a R$ 582 mila e che non sono usate correttamente fin dal 1998. Alla riunione erano presenti rappresentanti del Sindacato dei Lavoratori Rurali di S. Miguel das Matas, del Polo Sindacale e della Federazione dei Lavoratori Agricoli di Bahia (FETAG). Il presidente della FETAG, Edson Pimenta, presente alla riunione, ha comunicato che gli agricoltori hanno richiesto al sindaco l'investimento corretto delle risorse e minacciato di rioccupare la sede del Comune qualora il problema non sia risolto entro breve.

MST di Tocantins occupa latifondo
All'alba del 28 maggio, 1.600 famiglie hanno occupato una fazenda di 60 mila ettari, concessione militare appartenente all'ex-governatore di Goiás, Ari Valadão. L'area, che versa in totale abbandono, è situata a 107 km da Araguaína. Alle famiglie delle villaggi circostanti, che vivono in situazione di totale miseria, non è rimasto altro che occupare la terra con l'intento di lavorarla e produrre. San Paolo: senza terra occupano due fazendas
brief, peace/justice
Non si ferma in Brasile la lotta per la sopravvivenza dei Lavoratori Senza Terra (Movimento dos trabalhadores rurais Sem Terra, Mst). Circa 850 famiglie di 'Sem Terra', cacciate due giorni fa dalla fazenda São João a Teodoro Sampaio (Stato di San Paolo) hanno occupato poche ore dopo due altri latifondi nelle vicinanze, la Fazenda Santa Maria e Ponte Branca.
Il leader regionale del Mst, José Rainha Junior, ha annunciato che queste azioni fanno parte di una nuova ondata di occupazioni finalizzate a fare pressione sul governo federale allo scopo di ottenere i finanziamenti per gli accampamenti dei Senza Terra già esistenti e poterne creare dei nuovi che ospitino i bisognosi. La fazenda Santa Maria è di proprietà di Jovelino Carvalho Mineiro, socio del Presidente Fernando Henrique Cardoso nel latifondo Corrego da Ponte di Buritis (Stato di Minas Gerais). (FB)