Notizie di Agosto 2003

Notizie Agosto 2003
Sono quattro le vicende principali relative al MST tra fine luglio e prima metà di agosto
Polemiche sul discorso di Joao Pedro Stedile a Canguçu
(23 luglio).
Il dirigente del MST è stato accusato dai media del Rio Grande del Sud prima, nazionali poi di aver incitato i contadini alla violenza contro i latifondisti. La rete Globo ha presentato il discorso di Stedile come prima notizia per due sere di seguito, chiamando a fare dichiarazioni uomini di governo e di partito. Presentiamo qui l'analisi della segreteria del MST, il comunicato stampa a difesa di Stedile della CPT e una lunga intervista del dirigente del MST al Jornal do Brasil (3/8/03), in cui denuncia la manipolazione della stampa e il tentativo delle élite di paralizzare il governo Lula criminalizzando i movimenti sociali. Nello stesso articolo Stedile dichiara al ministro dell'agricoltura Rodrigues, di non considerarlo un nemico, in quanto proprietario di un'azienda agricola moderna e produttiva e riafferma la sua fiducia nella possibilità di realizzare la riforma agraria, come aveva già fatto in una intervista rilasciata a luglio, dopo l'incontro con Lula, alla rivista Brasil de fato. Dice però che i poveri non possono accontentarsi della cesta basica.

Violenza nel Parana.
In Parana la repressione continua. C'è una lista di persone condannate a morte dai latifondisti, tra cui un coordinatore del MST dello Stato, José Damasceno. 2 persone sono state già uccise nel mese di agosto. Una di loro era sulla lista. (per maggiori informazioni)

La vicenda di Sao Gabriel
Nel comune di São Gabriel, a 5 ore di macchina da Porto Alegre, il governo Lula ha espropriato un latifondo di 13.000 ettari indebitato con le banche pubbliche per un valore superiore a quello della terra. Nonostante questo i latifondisti sono ricorsi alla giustizia per impedirne l'esproprio. 800 senza terra hanno marciato dal 10 giugno al 9 agosto per rivendicare i loro diritti. Il Supremo Tribunale federale si è però espresso il 14 agosto a favore dei latifondisti. Oggi 2000 senza terra sono accampati nei pressi di Sao Gabriel per continuare la loro lotta. (Per maggiori informazioni sulla vicenda).

José Rainha condannato a Teodoro Sampaio
José Rainha Jr. è stato condannato il 30 luglio, a 2 anni e otto mesi di prigione per possesso illegale di armi. La decisione, presa dal giudice Átis de Oliveira, è stata duramente critica dal Segretario Nazionale per i Diritti Umani Nilmário Miranda. Gli avvocati della difesa si sono appellati, ma Rainha dovrà aspettare in carcere il processo. L'11 luglio Rainha si è presentato per testimoniare nel tribunale di Teodoro Sampaio. Finita l'udienza il Giudice Átis de Araújo Oliveira, lo ha fatto arrestare. Il decreto di arresto è stato pronunciato contro: José Rainha, Felinto Procópio dos Santos (Mineirinho), Márcio Barreto, Clédson Mendes e Sérgio Pantaleão. Mineirinho è stato a trovare José Rainha, ed è stato arrestato. Il giudice è noto per considerare il MST una organizzazione criminale e per aver emesso, nel giro di un anno, 29 decreti di arresto preventivo contro membri del MST. Con questa decisione, ancora una volta, il Giudice ferisce la Costituzione Federale, perché non tiene in considerazione il principio della presunzione di innocenza

Altre notizie
Itamar Franco, nuovo ambasciatore, parte per l'Italia
16 agosto
L'ex presidente della repubblica e ex governatore del Minas Gerais, Itamar Franco è partito per Roma, ma dice che pensa di restare poco tempo, fino a quando Lula lo riterrà opportuno. Itamar Franco dice tuttavia di non avere altri piani per il futuro:"Il quadro politico cambia molto rapidamente in Brasile, per questo non ho piani"

Il ministro Rossetto conferma la volontà del governo di realizzare la riforma agraria.
15 agosto
In un'intervista al bollettimo "Em questao", pubblicazione ufficiale del governo, il ministro Rossetto dice che le occupazioni di terra realizzate quest'anno (151) sono nella media, che è normale una forte aspettativa nei confronti di un governo come quello di Lula, che il governo sta lavorando per l'attuazione delle promesse fatte. Non fornisce però date né numeri.

Il MST si prepara a festeggiare i suoi venti anni
6 agosto
"Centinaia di proprietà rurali di vari stati, considerate oziose dal MST, saranno occupate contemporaneamente all'inizio di novembre, per protesta contro la lentezza del governo nel realizzare la riforma agraria".
La minaccia non è in realtà attuale. Questo brano è apparso l'8 ottobre del 1985, un anno dopo la fondazione del MST (Cascavel 20-22 genaio 1984) sul Jornal do Brasil. 20 anni fa era difficile per i lavoratori di 12 stati, raccolti intorno a Joao Pedro Stedile, immaginare quello che il movimento sarebbe diventato. "Siamo orgogliosi di compiere 20 anni essedo sopravvissuti a tanti attacchi della stampa, delle élite e dei latifondisti" - ha detto Stedile. "In quell'epoca non sapevamo che il movimento avrebbe assunto tanta importanza" afferma Isaias Vedovatto, dirigente del Rio Grande del Sud, che allora aveva 19 anni. Il MST è stata una delle grandi novità dello scenario politico brasiliano, dice l'antropologo Mário Grynszpan, della Fondazione Getúlio Vargas. See c'è stata qualche misura a favore della riforma agraria in questo paese negli ultimi 20 anni, si deve in gran parte al movimento. Quando si parla di riforma agraria in Brasile, si parla di MST.