Notizie di Settembre '98

Notizie di Settembre '98
Settembre '98
Accampamento assaltato da banditi nel Mato Grosso
16 Settembre 1998
Nella notte del 16 settembre scorso più di 20 banditi hanno assaltato per più di due 2 ore l'accampamento dei lavoratori rurali senza terra della fazenda Santo Antônio do Jurigue, nel comune di Pedra Preta. Nell'accampamento, occupato il 14 settembre di quest'anno, vivono 850 famiglie, inclusi molti bambini.

Lavoro in schiavitù e minorile
Sono state fatte accuse su casi di  lavoro in schiavitù e minorile nella Fazenda Santo Antônio do Jurigue (Mato Grosso) all'INCRA e agli organi responsabili. Il Sindacato dei lavoratori rurali di Pedra Preta nel luglio scorso ha denunciato all'Ufficio regionale del lavoro che nella zona ci sono lavoratori mantenuti in carcere privato e che vivono in condizioni subumane. Altre informazioni riferiscono di minori che lavorano dalle 15 alle 20 ore al giorno ricevendo un salario  che si aggira intorno ai R$ 20 a settimana.
La Polizia Federale ha colto in flagrante la persona che gestisce la fazenda, Carlos Eduardo da Silva e i due banditi José Vital Martins e Dante Ramire per porto d'armi illegale. Sono stati accusati anche di maltrattare i lavoratori e di tenerli in schiavitù. Ci sono indizi sulla presenza nella fazenda di un deposito di cocaina. Se i sospetti corrisponderanno a verità, l'INCRA dovrà espropriarla.
Si chiede l'invio di fax di denuncia della situazione, chiedendo una giusta punizione e una risposta al Governatore dello Stato del Mato Grosso, del Secretario della Sicurezza Pubblica e al  Responsabile  Regionale dell'INCRA per:
Gabinete do Governador Dante de Oliveira - 0031-65-644205
Responsabile Regionale dell'INCRA Clovis Figueiredo  - 0031-656442359
Segretario della Sicurezza Pubblica - 0031-65-6442930

14 Settembre '98: Violenza contro senza terra nello Stato del Ceará
Il 14 settembre circa 800 senza terra hanno manifestato davanti all'INCRA di Fortaleza e tre lavoratori, due uomini e una donna, sono stati feriti lievemente dalla polizia. Il governo di Fortaleza segue la forma di "negoziazione" di Fernando Henrique Cardoso con i movimenti sociali: repressione e violenza.

Governo di Cardoso: maggior numero di assassinii e incarcerazioni
Dall'inizio del mandato (1995) fino al luglio di quest'anno sono stati assassinati 134 lavoratori rurali. I più rilevanti massacri sono stati quelli avvenuti a Eldorado dos Carajás (Pará) nel 1996, con l'uccisione da parte della Polizia Federale di 19 lavoratori e il ferimento di 69 persone, e quello avvenuto nel 1995 a Corumbiara (Roraima) con l'assassinio di 19 lavoratori rurali. Fino ad ora non è stato punito nessuno.
Dal 1995 fino al mese di agosto di questo anno sono stati imprigionati 331 militanti del MST.

Manifestazioni a Sao Paulo
8 Settembre
L'8 di settembre circa 500 lavoratori rurali hanno occupato l'edificio dell'INCRA a Sao Paulo per protestare contro la mancanza di politica del governo per la riforma agraria. Il responsabile dell'INCRA, Luiz Moraes, non ha voluto negoziare con i senza terra ed ha fatto  abbandonare il palazzo ai suoi funzionari. Sono state occupate anche 12 aree improduttive nei comuni di Itapeva, Promissao, Taubaté, Iaras e nella regione del Pontal do Paranapanema.
Le rivendicazioni dei senza terra si riferiscono a negoziazioni già fatte con il governo e con l'INCRA e mai mantenute. Quest'anno non sono state insediate  nessuna delle 5.000 famiglie accampate nello Stato di Sao Paulo da oltre quattro anni. Più di 100 aree sono state ispezionate ma non ancora espropriate. Un altro punto di rivendicazione è la liberazione del credito per gli occupanti delle terre e dei formalismi burocratici del Banco do Brasil.

Sciopero della fame di senza terra nel Pará
A Marabá 11 lavoratori rurali stanno facendo lo sciopero della fame dall'11 settembre per sensibilizzare  la società e il governo sulla situazione dei senza terra. Dal 31 agosto circa 3 mila famiglie di lavoratori senza terra sono accampati nell'INCRA di Marabá. Il governo si rifiuta di negoziare con i lavoratori, che richiedono l'espropriazione di terre per l'insediamento delle famiglie accampate, liberazione del credito per gli occupanti e infrastrutture negli insediamenti. I digiunanti sono molto debilitati e hanno bisogno di assistenza medica adeguata. Per evitare che succeda il peggio, diversi enti stanno mandando documenti e fax al Ministro della riforma agraria e al Presidente della Repubblica, responsabilizzandoli per quello che accadrà con gli scioperanti e per l'azione di sgombero da parte dei poliziotti.

Inaugurazione di un lattificio nello Stato di Santa Catarina
I lavoratori rurali senza terra organizzati nella Cooperoeste (Cooperativa Centrale di Riforma Agraria di Santa Catarina) hanno inaugurato nel comune di Sao Miguel d'Oeste il 20 settembre il Lattificio Lunga Vida. L'industria potrà produrre 150 mila litri di latte al giorno, creerà 70 posti di lavoro e assorbirà la domanda di 2.600 produttori di latte della regione. Il progetto - frutto del lavoro cooperativo e della lotta dei lavoratori rurali per la riforma agraria - rappresenta un'importante conquista per il MST di Santa Catarina. 

Occupazione nello Stato di Minas Gerais 
Il MST di Minas Gerais ha occupato il 22 settembre altri tre latifondi improduttivi, che dovevano essere già espropriati dal governo. Nel 1998 l'INCRA-MG  non ha predisposto nessun insediamento alle 2.500 famiglie senza terra.

Campagna globale per la riforma agraria
Il Forum nazionale per la riforma agraria e giustizia nelle campagne  sta promuovendo la Campagna globale per la riforma agraria in Brasile. Obiettivo della campagna è diffondere a livello internazionale la situazione della terra brasiliana. Fino alla fine dell'anno due delegazioni brasiliane viaggeranno in Europa per discutere sulla questione agraria e come sostenere la campagna. Nel 1999 la campagna sarà ampliata ad altri paesi, come l'India, il Sudafrica e l'Honduras.