Notizie di Ottobre '00

Notizie Ottobre 2000
Ottobre '00
Rainha accusa Jungmann di avere lanciato un'offensiva contro il MST
Folha, 11 ottobre 2000
Secondo Rainha, Jungmann guida un'offensiva del governo per incriminare dirigenti del MST e di conseguenza l'intero movimento. "Vogliono presentarci come banditi" dice Rainha. José Rainha, sottoposto a quattro nuove inchieste, dice di non avere partecipato a nessuna delle quattro azioni di senza terra che sono all'origine delle denunce nei suoi confronti.

Bilancio della riforma agraria nel 2001
Pagina Agraria PT, 13 ottobre 2000
Mentre il ministro Jungmann fa propagando in Europa sul fantasioso programma di riforma agraria, il potere esecutivo propone il più basso bilancio per il programma dal 1995. 1.227 milioni di reais, cioè il 9.5% meno rispetto alle risorse previste per quest'anno. Il ministro ha promesso di insediare 105.000 famiglie e che l'80% delle terre sarà ottenuta con l'esproprio. La proposta di bilancio dell'Unione fa invece avanzare del 20% la sostituzione degli obiettivi di insediamento attraverso esproprio con obiettivi ottenuti attraverso strumenti di mercato che favoriscono il latifondo improduttivo. Il ministero dell'Agricoltura avrà tagli di bilancio del 20% rispetto a quest'anno.

Adão Pretto presenta un reclamo contro il ministro Jungmann
Pagina Agraria PT, 21 ottobre 2000
Il deputato del PT ha presentato al Pubblico Ministero del distretto federale un reclamo contro il Ministro dello sviluppo agrario. I motivi che hanno portato il deputato a sollecitare l'apertura di una inchiesta civile contro quel Ministro, dipende dal fatto che il suo Ministero ha pubblicato materiali in tre lingue per divulgare quello che chiama "I frutti del dialogo" in cui si esaltano fantasiosi prodigi politici del Ministro in relazione a riforma agraria e ad agricoltura familiare. Secondo questa pubblicazione non ci sono problemi relativi a queste due questioni in Brasile. Il ministro ha inoltre usato senza autorizzazione documenti del MST, MPA, MAB. Il motivo centrale della denuncia è il fatto che il ministro ha usato risorse pubbliche per promuovere la sua immagine contro il principio dell'impersonalità nella amministrazione pubblica.

IV incontro dei Sem Terrinhas ad Esteio
Pagina Agraria PT, 13 ottobre 2000
Tra il 10 e il 12 ottobre, il Parco delle Esposizioni ad Esteio, ha ricevuto più di 600 bambini di accampamenti ed insediamenti del MST di tutte le regioni del Rio Grande del Sud. Il tema dell'incontro era: "Per la scuola, la terra e la dignità". In altri stati del paese sono avvenuti eventi simili.

Psicologi di tutto il Brasile premiano Stedile
Fonte: MST
Al termine della prima mostra di psicologia realizzata in Brasile, il dirigente del MST João Pedro Stédile è stato premiato. L'evento terminato il 7 ottobre, ha visto la partecipazione di 12.000 psicologi e la presentazione di più di 1500 lavori scientifici. Alla fine dell'incontro è stato consegnato il Trofeo Paulo Freire per l'impegno sociale ad alcune personalià brasiliane, tra queste: Luis Fernando Verissimo, Frei Betto e Stedile.

Documentari sul MST alla Mostra internazionale del cinema di São Paulo
Linha Aberta PT, 20 ottobre 2000
La 24° Mostra internazionale del Cinema a SP proietta nei giorni 21,22,23 ottobre il film "Il sogno di Rose dieci anni dopo... .un ritratto del Brasile che funziona" della regista Tetê Moraes. Il documentario mostra cosa è successo dei personaggi del film "Terra per Rose" che nel 1985 hanno partecipato della prima grande occupazione di terra improduttiva nel Rio Grande del Sud (la fazenda Annoni). Le musiche sono di Chico Buarque.

Una indagine sul MST
Folha 10,14,16 ottobre 2000
Il procuratore generale della repubblica ha chiesto alla Polizia federale di indagare su eventuali irregolarità nell'uso delle risorse del Pronaf e sulla riscossione di una percentuale da parte del MST attraverso il programma di riforma agraria. Birindeiro si è mosso dopo aver ricevuto sollecitazioni dall'INCRA riguardo ad irregolarità legate al programma di assistenza tecnica Lumiar. Muniz, presidente dell'INCRA, non ha accusato direttamente il MST, ma ha detto che alcuni tecnici coinvolti sono legati a movimenti sociali, non a una organizzazione in particolare.
La Polizia federale ha ordinato indagini in 16 stati.


CNBB, OAB e Conic manifestano appoggio al MST e escono dalla trattativa con il governo (1)
Folha, 18-19 ottobre 2000
Con critiche al governo e manifestando appoggio al MST, gli organismi che mediavano il dialogo tra senza-terra e governo hanno formalizzato ieri la loro uscita dal negoziato, dopo aver tentato, senza successo, di ottenere credito agevolato per 110.000 famiglie di agricoltori. Attraverso un suo rappresentante, il presidente della OAB (ordine degli avvocati brasiliani) Reginaldo de Castro, ha addebitato alla "intransigenza del governo" il fallimento dei negoziati sul credito agricolo.
"Non vediamo ragioni per continuare" ha detto dom Raymundo Damasceno, segretario generale della CNBB, "Abbiamo già negoziato con il presidente della Repubblica, a chi possiamo appellarci ancora?"
I dirigenti del MST hanno affermato che gli insediati hanno già perso il raccolto 2000/2001 perché le banche non vogliono prestare soldi agli insediati alle condizioni della linea C del Pronaf proposta dal governo. Le istituzioni finanziarie esigono garanzie reali delle quali gli insediati non dispongono.

CNBB, OAB e Conic manifestano appoggio al MST e escono dalla trattativa con il governo (2)
Folha, 19 ottobre 2000
La nota ufficiale sull'abbandono dell'intermediazione è stata firmata da OAB, CNBB e CONIC. I dirigenti di queste organizzazioni hanno negato che l'abbandono fosse dovuto alle denunce divulgate dall'INCRA nei confronti del MST, di riscuotere percentuali sul denaro prestato dal governo agli insediati.
I rappresentanti della commissione di negoziazione hanno sostenuto il diritto alla difesa del MST rispetto alle accuse e hanno condannato la diffusione di denunce sulle quali non si è ancora invetigato. Nella nota gli enti si mostrano preoccupati per il "clima di criminalizzazione pregiudiziale del MST" e dichiarano di sperare che questo clima non induca alla formazione di un "ambiente propizio alla violenza e alla repressione". Gli enti rifiutano il tentativo di trasformare la questione agraria in una questione di polizia.
Il pastore Schmidt, presidente della Conic rileva che la questione delle percentuali (non nuova) non a caso è stata di nuovo tirata fuori in questo momento. Egli afferma che l'MST continuerà ad avere l'appoggio delle chiese e non sarà "abbandonato o isolato". Schmidt ha inoltre affermato che tutti gli enti ricevono contribuzioni per il mantenimento delle loro strutture, perché il solo MST non dovrebbe farlo?

Il Ministro Jungmann si dichiara sorpreso per il comunicato di CNBB, OAB, CONIC
Folha, 19 ottobre 2000
Jungmann è rimasto stupito per il fatto che la dichiarazione di CNBB, OAB e CONIC non contiene riferimenti alla "sottrazione di risorse pubbliche" seconco lui operata dal MST. Il ministro è rimasto stupito anche per il tenore della nota. Anche il presidente dell'INCRA Muniz si è rammaricato per le posizioni degli organismi mediatori.

Povertà in Brasile e in America Latina
Folha, 19 ottobre 2000
L'economista dell'Università di Campinas Marcio Pochmann ha accusato la banca mondiale (durante il Forum della Banca Mondiale "Attacco alla Povertà" realizzato a Brasilia e terminato il giorno 18) di essere contraddittoria nelle sue analisi della povertà nel mondo. La banca riconosce che gli sforzi di modernizzazione degli anni '90 non hanno mutato il quadro sociale ma riafferma di credere nelle politiche neoliberali. Le riforme neoliberali in America latina hanno danneggiato i più poveri. All'inizio degli anni 90 in A.L. c'era il 5.4% dei poveri del mondo, oggi c'è il 6.5% dei poveri. Nel 1989 c'era il 5.8% dei disoccupati del mondo, nel 1999, il 12%. Il reddito medio in A.L era, nel 1980 il 33% del reddito medio degli USA, nel 1999 era il 22.9%.


I senza terra riprenderanno le loro mobilitazioni la prossima settimana
Pagina Agraria PT del 7/10/2000
I senza terra ricominceranno la prossima settimana le loro mobilitazioni per ottenere risorse. Gli agricoltori aspettano la nuova riunione tra direzione del MST, CNBB e OAB fissata per l'inizio della prossima settimana. Dopo questo incontro il MST realizzerà assemblee in vari luoghi del Brasile per discutere forme di pressione che permettano di ottenere finanziamenti necessari alle più di 100.000 famiglie insediate per piantare.

Il governo Cardoso continua a denigrare il MST
da una notizia della Folha del 7 ottobre
Il ministro Alberto Cardoso accusa il MST di mentire sul numero di famiglie insediate in difficoltà. Non sarebbero 110.000 come sostiene il movimento, ma 41.000. Il MST insisterebbe su un prestito di 2000 dollari per 110.000 famiglie perché vuole risorse per l'organizzazione del movimento.

Il governo promette risorse per l'assistenza tecnica degli insediati
da una notizia della Folha del 6 ottobre
Il 5 ottobre il governo ha avviato un progetto di legge per un'apertura di credito di 31 milioni di reais per progetti di assistenza tecnica degli insediati (si era impegnato il 20 luglio a liberare 40 milioni di reais entro fine anno). Secondo il ministro Jungmann il parlamento approverà la proposta entro la prossima settimana.

Il pastore Schmidt (Conic) critica l'intransigenza del governo
2 Ottobre 2000
Il pastore Erwin Schmidt, che ha partecipato alla trattativa con il governo, ha detto che la proposta del presidente Cardoso non è stata apprezzata dai senza terra e che le negoziazioni si concluderanno dopo il 9 ottobre quando torneranno a Brasilia i presidenti di CNBB e OAB e lo stesso FHC. Il pastore ha commentato l'atteggiamento del governo con queste parole: "Quando è il FMI che fa pressione, il governo cede, quando è un movimento sociale, quando sono i poveri, il governo li considera una minaccia".

La CNBB valuta la trattativa tra governo e MST
2 ottobre
Durante la riunione appena terminata tra rappresentanti del governo brasiliano (anche il presidente Cardoso), CNBB, Conic e OAB, come mediatori nella trattativa tra governo e MST, ci sono stati, secondo la CNBB, alcuni passi avanti rispetto ai punti che erano già stati trattati il 20 luglio e sui quali il governo non aveva mantenuto gli impegni assunti.
· Sull'insediamento di famiglie, il governo ha riaffermato l'impegno assunto il 20 di luglio, di insediare 105.000 famiglie entro la fine dell'anno (la verifica sarà fatta in una riunione il 5 gennaio)
· Sulla riattivazione del programma Lumiar, il Governo si è impegnato a ridiscutere e rivedere con il MST nuovi criteri per ricontrattare le équipe tecniche.

La CNBB valuta la trattativa tra governo e MST
2 ottobre
· Il governo si è impegnato a versare entro metà ottobre 14 milioni di reais per rifinanziare il Pronera (programma nazionale di educazione per la riforma agraria)
· Sui debiti dei piccoli agricoltori (sui quali non c'era stato accordo a luglio) il governo ripropone la sua posizione di rinegoziare caso per caso.
· Sulla questione centrale del credito straordinario destinato alla produzione, del valore di 2000 reais per famiglia insediata, che il MST chiede sia inquadrata nella linea A del Pronaf, il governo torna a proporre di inserire questo credito nella linea C e di concederlo entro il 20 ottobre. La valutazione dei mediatori sul quinto punto è che non è stato adempiuto da parte del governo quello che era stato stabilito il 20 luglio.

Roberto Baggio (direzione MST) parla delle menzogne del governo e spiega perché il MST insiste sulla linea A del Pronaf
27 settembre 2000
Roberto Baggio ha denunciato al Corredio da Cidadania alcune menzogne del governo. Per esempio quella che ogni famiglia insediata avrebbe ricevuto 25.000 reais a fondo perduto. Il governo sostiene di avere insediato 400.000 famiglie in questi 5 anni, se ogni famiglia avesse ricevuto 25.000 reais, il governo avrebbe speso 10 miliardi di reais. Ma i soldi destinati al Procera prima e al Pronaf ora, ammontano al massimo a 1 miliardo in cinque anni.
Il governo non ha rinnovato i contratti del Lumiar (progetto di assistenza tecnica agli insediati). La riforma agraria è ferma. Ci sono diversi stati nei quali, durante quest'anno, non è stata insediata nemmeno una famiglia.

Se il MST insiste sulla Linea A del Pronaf non è perché si tratta di un credito maggiormente sussidiato, ma perché ormai il tempo stringe, nel centro-sud del paese, si deve piantare in ottobre e la linea A del Pronaf è quello meno burocratizzata. Con la linea A è possibile che i tecnici facciano progetti per l'insediamento e un insieme di famiglie beneficino dello stesso progetto. In questa linea di finanziamento le risorse vengono dal governo federale. Quindi basta una decisione del Ministro dell'Economia perché siano liberato dalla Banca del Brasile.
Il problema della linea C del Pronaf è che ogni agricoltore è trattato individualmente e ha bisogno di un progetto tecnico di un agronomo. Questo comporta molto tempo e molti passaggi burocratici. Ma la cosa peggiore, a proposito della linea C è che le risorse sono delle banche. Il governo paga soltanto la differenza dei tassi di interesse e le banche non danno volentieri i propri soldi ai piccoli agricoltori. Preferiscono impiegarli in modi che ritengono più vantaggiosi.

Incontro tra governo e MST termina senza un accordo
Folha 27/9/2000
La riunione del giorno 26 è durata dalle 9 alle 12.30. Non c'è stato accordo rispetto alla linea di credito per gli insediati. Le mobilitazioni del MST sono sospese fino a che la CNBB non avrà una risposta definitiva da Cardoso su questo tema.
Il MST, che chiede l'insediamento di 110.000 famiglie nel corso di quest'anno, ha tuttavia accettato il programma proposto dal governo che prevede tempi più lunghi.
Il presidente della CNBB, Chemello, ha deciso di rivolgersi direttamente al presidente perché il governo conceda un credito agevolato agli insediati. Chemello vorrebbe fissare un incontro con il presidente (a cui non parteciperebbe il MST, ma CNBB, OAB e Conic) durante questa settimana.

Incontro tra governo e MST termina senza un accordo
Folha 27/9/2000
Nella riunione del 26 il MST ha insistito per avere prestiti alle condizioni della linea A del Pronaf (Programma nazionale di rafforzamento dell'agricoltura famigliare). Il governo ha ripetuto che fa prestiti solo secondo le regole della linea C. La linea A è un finanziamento esclusivo per insediati all'interno del programma di riforma agraria del governo e prevede un prestito unico di 9.500 reais con interessi dell'1,15% all'anno e sconto del 40% al momento del pagamento.
La linea C si rivolge all'agricoltore famigliare. Gli interessi sono del 4% all'anno e c'è uno sconto fisso di 200 reais. Il governo sostiene che la concessione di nuovi prestiti sulla linea A, per gli insediati, è contro la logica del Pronaf di incentivare la formazione di agricoltori famigliari. Non c'è stato accordo neanche in relazione all'assistenza tecnica. Il MST vuole che i tecnici siano indicati dalle cooperative di servizio degli insediati e vogliono che venga ripreso il Progetto Lumiar sospeso in luglio, per denunce di irregolarità.

I senza-terra aspettano una nuova riunione con il governo prima di lanciare nuove manifestazioni.
Folha 27/9/2000
Il MST aspetta il risultato della possibile riunione tra Cardoso e Chemello della CNBB prima di fare nuove manifestazioni.
Tra le proteste previste, se l'esito della riunione fosse negativo, c'è anche un possibile ritorno ad accamparsi di fronte alla fazenda dei figli di Cardoso a Buritis. I dirigenti del MST sono usciti rapidamente dalla riunione del 26. Secondo il dirigente MST Gilberto Portes il governo si è presentato alla riunione senza la volontà di negoziare. La proposta del governo è un passo indietro rispetto all'accordo di luglio tra senza-terra e Cardoso.

Rainha annuncia nuove occupazioni dopo le elezioni
Folha 26/9/2000
I senza terra di Pontal do Paranapanema devono riprendere le occupazioni di fazendas ed edifici pubblici dopo le elezioni. Il principale obiettivo è fare pressioni sul governo dello Stato perché proceda alla demarcazione delle terre per la riforma agraria. Il Governo promette che tenterà di definire il possesso di 170.000 ettari entro la fine dell'anno. Il MST pensa che questo non risolve il problema immediato di 1.200 famiglie accampate. Ieri Rainha ha girato per gli insediamenti informando gli insediati che devono ricevere entro il 15 di ottobre 3.000 reais per piantare la mandioca, secondo quello che è stato stabilito nella riunione del giorno precedente con il governo dello stato. Se mancherà il denaro, loro sapranno come farlo comparire.

Rainha accusato di banda armata
Folha 26/9/2000
Rainha e altri dieci membri del MST sono stati denunciati per formazione di bande armate, in relazione ad azioni realizzate quest'anno a Pontal de Paranapanema, nello stato di San Paolo.
5 dei denunciati, inclusi Rainha e sua moglie Diolinda Alves, sono già stati condannati a due anni di prigione con la stessa accusa, con una sentenza di primo grado, nel giugno 1998, confermata dal Tribunale di giustizia di San Paolo nel dicembre 1999. In quella occasione sono stati condannati otto militanti e dirigenti del MST. La difesa si è appellata al Tribunale Superiore di Giustizia. Il caso non ha avuto ancora una sentenza definitiva.
L'attuale denuncia riguarda: José Rainha, Diolinda Alves de Souza, Márcio Barreto, Felinto Procópio dos Santos Zelitro Luz, Valmir Chaves, presidente della Cocamp (cooperativa del MST nella regione), Cledson Mendes, Sérgio Pantaleão, Manuel Messias Duda, Eduardo Gomes e Roberto Rainha.

La denuncia è per banda armata perché il Pubblico Ministero considera come armi strumenti di lavoro come le zappe, le falci, i coltelli. La pena può arrivare a 6 anni di reclusione.
La denuncia fa parte di un'offensiva per cercare di inibire le azioni dei senza-terra nella regione più conflittuale dello stato. Dal 20 aprile sono già state avviate 15 inchieste di polizia che coinvolgono membri del MST. È la seconda denuncia contro dirigenti del MST in meno di una settimana. La scorsa settimana, Rainha, Chaves e Mendes sono stati denunciati per aver disobbedito ad un ordine giudiziario.

Dirceu: la denuncia contro Rainha è vergognosa
Linha Aberta Pt 27/9/2000
Il presidente del PT Dirceu ha definito così la denuncia nei confronti di Rainha e altri 10 membri del MST del Pontal di Paranapanema. Il pubblico ministero non ha mai denunciato i pistoleiros e i colpevoli di 'grilagem' ha detto Dirceu.

I senza terra occupano un latifondo nel sud del Para
Linha Aberta Pt 27/9/2000
Il giorno 26 più di 300 famiglie hanno occupato la fazenda Lamipar, di 8 mila ettari nel comune di Breu Branco. L'accampamento chiamato "Carlos Mariguela", sta riunendo altre famiglie, ma i dirigenti sono preoccupati a causa dei pistoleiros che girano intorno all'accampamento.
La terra è abbandonata poiché il proprietario abita a São Paulo, e la fazenda è compresa nella lista delle aree che possono essere espropriate, poiché già due volte esaminate dall'INCRA (1986 e 2000)

Concerto per la libertà dei prigionieri politici del MST
26 settembre 2000, Tucarena, PUC-SP
Il Comitato di Difesa della Democrazia ha organizzato a San Paolo un concerto di musica barocca in difesa della liberazione dei 6 lavoratori rurali senza terra condannati a Sorocoba (SP) e dei due condannati in Rondonia. Il concerto fa parte delle attività di mobilitazione del Comitato di solidarietà con la lotta dei senza-terra