Notizie di Novembre '01

Notizie di Novembre 2001
Novembre '01
Mobilitazione vittoriosa: MST e MPA potranno rinegoziare i debiti.
MST informa, 29 novembre
Il Ministero dell'economia ha comunicato ufficialmente ai parlamentari del PT che il governo, il giorno 5 dicembre, pubblicherà una Misura provvisoria che risponde alle richieste di MST e MPA di rinegoziare i debiti dei piccoli agricoltori e degli insediati. Per ottenere questo più di 7.000 lavoratori hanno partecipato alle giornate di lotta del 27-28 novembre, protestando di fronte alle banche in 10 stati del paese.

Un lavoratore rurale ingiustamente in carcere
MST informa 29 novembre
Pernambuco- il lavoratore rurale Cristiano José Batista da Silva è ancora nel carcere di Caruaru, in Pernambuco. E' stato arrestato il 23 luglio, mentre con centinaia di altri lavoratori partecipava ad un saccheggio avvenuto a Taquaritinga do Norte. E' stato torturato perché ha detto di appartenere al MST, è stato picchiato e umiliato. E' stato ricoverato in ospedale ed è sopravvissuto al pestaggio. Gli è stata rifiutata la libertà provvisoria. Nessun testimone di accusa è stato ascoltato fino ad ora e, poiché la legge brasiliana dice che se questo non avviene entro 81 giorni è garantita la libertà provvisoria, la sua carcerazione è oggi illegale e viene utilizzata per inibire le iniziative popolari di chi si ribella alla fame e all'industria della siccità, largamente utilizzata nel nordest come macchina elettorale. Il MST chiede di inviare messaggi per la liberazione immediata del lavoratore in carcere.

Proposta di messaggio:
Dr. Idínio Oliveira de Araújo Juiz da Comarca de Taquatinga do Norte Fax: 005581 37331133
Chiediamo l'immediata liberazione dal carcere del lavoratore rurale Cristiano José Batista da Silva arrestato il 23 luglio nello stato del Pernambuco. Sappiamo che egli è stato picchiato e torturato. Fino ad oggi non è stato ascoltato nessun testimone di accusa. Secondo la legge brasiliano un prigioniero dopo 81 giorni di carcere, se nessun testimone di accusa è stato ascoltato, ha diritto alla libertà provvisoria. Cristiano José Batista da Silva deve poter esercitare il diritto costituzionale di rispondere all'azione penale in condizione di libertà, nel rispetto del principio della presunzione di innocenza. Auspichiamo inoltre che siano presi provvedimenti per combattere la fame e la miseria che provocano enormi sofferenze e sono alla base delle azioni di protesta dei lavoratori rurali.

Plinio Sampaio: Senza rotture un altro Brasile non è possibile
Revista Sem Terra, novembre 2001
Plinio Sampaio Jr., professore della Unicamp, commenta il documento "Un altro Brasile è possibile", prodotto dall'Istituto per la Cittadinanza, ong guidata da Lula.
Questo documento - dice Sampaio - mostra come le forze democratiche e popolari siano ancora lontane dal definire una alternativa al modello economico instaurato dalla coalizione conservatrice. L'intenzione di rompere con il neoliberalismo è puramente verbale. Si ribadisce infatti l'importanza di mantenere la politica di contenimento dei 'livelli inflazionari', visione che trasforma la stabilità dei prezzi in una priorità assoluta della politica economica, dando la misura della limitatezza delle misure proposte. Proponiamo una sintesi dell'intervista a Sampaio (chi è interessato all'intera intervista in portoghese, può richiederla al sito)

I movimenti sociali dell'America Latina contro l'ALCA
MST informa. 30 novembre
I movimenti sociali e le organizzazioni americane hanno realizzato tre riunioni tra ottobre e novembre per decidere le linee di azione nei confronti dell'Accordo del libero commercio delle Americhe, a Florianopolis, Cuba e São Paulo. Si è ribadita la necessità di lottare contro l'accordo che intende proseguire e approfondire un processo di ricolonizzazione. L'obiettivo USA è avere il controllo totale del continente in modo tale che le imprese USA abbiano un loro spazio riservato dalla competizione asiatica e europea. L'Alca è una necessità dell'economia USA e del capitalismo internazionale che stanno da una parte utilizzando la guerra contro il terrorismo per spostare risorse pubbliche verso il complesso industriale-militare e dall'altra vogliono che si realizzi l'ALCA.

A che cosa porterà l'accordo ALCA (segue)
L'Alca porterà alla dollarizzazione dell'economia dei paesi americani. La sovranità di governi e popoli sarà compromessa, diverrà marginale il ruolo degli eserciti ed anche degli stati nazionali. Le grandi imprese USA controlleranno il commercio agricolo mettendo sempre più a rischio la sovranità alimentare dei popoli con il controllo di semi e alimenti e marginalizzando ulteriormente l'agricoltura familiare. La previsione è che l'accordo entri in vigore nel 2005, ma gli USA fanno pressioni per anticiparne l'attuazione. Durante il prossimo forum social mundial di Porto Alegre, sarà lanciata la campagna per un plebiscito popolare sull'adesione all'ALCA che si realizzerà dal 1 al 7 di settembre 2002

Sgombero violento a São Paulo
MST-informa 29 novembre
La notte del 28 novembre è stato realizzato, dalla Polizia Militare, uno sgombero violento e illegale. 9 persone sono scomparse e 6 sono state ricoverate in ospedale. Il governo dello stato ha mandato la polizia alla Fazenda São Roque, nel comune di Franco da Rocha (regione della Grande São Paulo), senza che ci sia stata emessa una sentenza di reintegrazione di proprietà o sgombero. Lo sgombero è avvenuto dopo le sei di sera, il che è proibito per legge. Le famiglie (circa 500 persone) avevano occupato l'area la mattina dello stesso giorno. L'area è di proprietà dello stato di São Paulo. Sono quasi mille ettari di terra improduttiva, mentre secondo l'INCRA,550 ettari sono coltivabili.

Darci Frigo premiato a Washington
Fonte CPT
Darci Frigo, avvocato della CPT e segretario del settore agricoltura del PT nel Parana, ha ricevuto a Washington,all'interno del Congresso americano, il giorno 20 novembre, il premio Robert F. Kennedy per i diritti umani. Durante il suo discorso Frigo ha duramente criticato la mancanza di politiche pubbliche e la concentrazione fondiaria del Brasile e ha sottolineato l'importanza dei movimenti sociali per la trasformazione della situazione del paese.

Roberto Baggio, della direzione MST, in Italia
Roberto Baggio, dirigente dello stato del Parana del MST e membro della direzione nazionale del Movimento, è stato per tre giorni in Italia durante il mese di novembre. Ha partecipato ad iniziative a Rimini, a Cuneo, a Roma e si è incontrato con ong (Movimondo, Nexus-CGIL)e con l'assessore al lavoro e alle politiche per le periferie del comune di Roma, Luigi Nieri, con il quale si è abbozzato un progetto di possibile collaborazione nel settore della formazione professionale. Baggio ha anche incontrato Maurizio Matteuzzi del Manifesto.

Campagna per il limite della proprietà della terra
Fonte Pagina Agraria - PT
La campagna sta crescendo, in una sola settimana, a metà novembre sono state raccolte 34.000 firme. Al 20 novembre le firme raccolte erano 148.5544. Centinaia di persone si stanno impegnando in questa campagna in tutto il paese. L'obiettivo è raggiungere un milione di firme che vanno presentate al Congresso in calce al progetto di legge.

Famiglie minacciate da pistoleiros a Bahia
MST informa
Dopo aver subito uno sgombero il 18 ottobre, dalla Fazenda Santana, nel comune di Ibirapitanga, un gruppo di famiglie di senza terra viene minacciata ogni notte da circa 15 pistoleiros che sparano con armi di grosso calibro, tutte le notti, nei pressi dell'accampamento montato dalle famiglie in un terreno ceduto loro da un piccolo agricoltore, nelle vicinanze della Fazenda. Le famiglie erano accampate nella Fazenda Santana dal 20 febbraio 1999. Questa fazenda possiede 500 ettari. L'anno scorso è stata esaminata dall'INCRA e considerata improduttiva, ma il processo di espropriazione è ancora in corso. La lentezza del governo sta costringendo alla disperazione queste famiglie che, spaventate per le minacce, dormono spesso nei campi, lontani dal loro accampamento.

I veri motivi della guerra
da Jornal Sem Terra, 14 novembre
L'editoriale del giornale, commentando la guerra contro l'Afghanistan, afferma che la guerra non è per cacciare Bin Laden, ma per rianimare l'economia USA. Un trilione di dollari verrà destinato alle grandi imprese di armi. Gli USA vogliono dominare l'Asia centrale e frenare così la Russia e i giganti del Sud, India e Cina e dominare le rotte del petrolio e della droga. Ma la guerra non sarà solo contro arabi e musulmani, sarà anche contro i latino-americani, attraverso l'approvazione dell'ALCA. L'Argentina è l'esempio di quel che può succedere con l'Alca.Nel 1991 il 9% degli argentini vivevano sotto la linea della miseria, oggi il numero è cinque volte superiore.

La guerra e il governo brasiliano
da Jornal Sem Terra
Il 77% del popolo brasiliano è contro la guerra, ma Cardoso dice "si" a tutto quello che Bush esige. Fa cose che neanche la dittatura aveva osato fare. Ha permesso l'installazione ufficiale di un ufficio della CIA a São Paulo; ha affidato agli USA il controllo della base area di Alcântara Machado (MA); ha convocato l'Organizzazione degli Stati Americani per dare appoggio agli americani e considera sospetti tutti gli immigrati arabi, alimentando il razzismo. Con il pretesto di "combattere il terrorismo", il governo ha inviato due progetti di legge al Cogresso con l'obiettivo di criminalizzare le manifestazioni dei dipendenti pubblici e dei movimenti sociali. Il giornale invita i suoi lettori a resistere alla guerra, organizzando comitati nei sindacati, nei quartieri, nelle scuole e nelle parrocchie.

Porto Alegre 2002 affronta la sfida delle alternative
Quali reali alternative verranno dal II Fórum Social Mundial? Sarà capace di dotare i movimenti sociali di idee e campagne capaci di affrontare la contro-offensiva lanciata dall'Impero? Verranno riprese le mobilitazioni internazionali per un nuovo mondo? Le risposte a queste domande dipendono da un grande sforzo collettivo. Bisogna fare in modo che le proposte che verranno presentate a P.A. siano conosciute da tutti e discusse nel modo più ampio possibile. Il portale www.portoalegre2002.net è nato per questo e sta mettendo in rete i documenti che saranno alla base delle discussioni, oltre a contenere già circa 1500 documenti sui temi del Forum. Il bollettino Outras Palavras si soffermerà in ogni edizione su uno degli argomenti più importanti in discussione. Per abbonarsi a questo bollettino basta visitare il sito sopra indicato e digitare il proprio indirizzo elettronico nella casella appropriata o scrivere a outraspalavas-subscribe@yahoogroups.com.

20 novembre giorno della Coscienza Negra
Pagina Agraria-PT, 24 novembre
Il senatore Geraldo Candido del PT, riflettendo su questa data, cita uno studio dell'IPEA sulla "Disuguaglianza sociale in Brasile" che mette in luce come a 306 anni dalla morte di Zumbi di Palmares la seconda maggiore nazione negra del mondo continua a segregare, discriminare e opprimere i discendenti dagli africani. Citiamo alcuni dati del rapporto. I negri nel 1999 erano il 45% della popolazione ma il 69% della popolazione indigente. Un negro di 25 anni, in Africa del sud ha studiato in media 9 anni, in Brasile 5,5.

La macchina della morte
dalla rivista brasiliana Forum
Il 25% degli scienziati del mondo fanno ricerca militare Preparare un soldato per la guerra costa annualmente 64 volte di più che educare un bambino. Con quel che si spende per un carro armato si potrebbero costruire 520 aule. Queste comparazioni sono basate su dati Unesco, possono sembrare semplicistiche, ma mostrano la logica che porta il mondo a spendere sempre di più per le armi e meno per le persone. Secondo l'ONU, 26.000 persone muoiono o restano mutilate ogni anno per colpa delle mine terrestri. Con tre dollari si può comprare una mina, ma la stessa impresa chiede tra 300 e 1000 dollari per disinnescarla. L'industria delle armi ha mobilitato, nel 1996, 811 miliardi di dollari, come due PIBs brasiliani. Per avere un'idea di quanto sia rilevante possiamo dire che la vendita di semiconduttori nel mondo (i famosi chips presenti nei computer), nel 1995, non è andata oltre la cifra di 150 miliardi di dollari e quella di medicinali è stata sui 200 miliardi.

"A história da luta pela terra e o MST "
È recentemente uscito in Brasile, all'interno di un progetto del MST, un libro divulgativo, riccamente illustrato, sulle lotte per la terra nel mondo, in Brasile, e sulla storia del MST, prodotto da "Expressao Popular". Questo libro è stato scritto per i giovani e in particolare per i giovani del MST, scrive nella prefazione la curatrice Mitsue Morissawa, ma può essere letto da tutti coloro che desiderano conoscere la storia di una lotta della quale in genere si ha una visione molto parziale, quella offerta dai quasi sempre sospetti media.

Incontro nazionale di studenti brasiliani a Campinas
Circa 2.500 studenti hanno partecipato all'ENU, Incontro nazionale universitario, dal 1 al 4 novembre a Campinas, nella università Unicamp. Il titolo dell'incontro era: 'La terra e un progetto per il Brasile'. I giovani, che hanno valutato l'incontro come un momento importante per la loro crescita sono tornati nei loro stati con una certezza: campo e città devono essere uniti nella costruzione di una nuova realtà per il paese.

Rischio guerriglia il 10 novembre a Roma
Il Corriere della sera del 10 novembre riporta alcune dichiarazioni del questore di Roma Finazzo in relazione a gruppi pericolosi nell'ambito della manifestazione dello stesso giorno contro WTO e guerra. Tra questi gruppi vengono segnalati Via Campesina e MST. Abbiamo inviato una lettera al questore manifestando il nostro stupore per le sue dichiarazioni.