Notizie di Novembre '99

Notizie di Novembre 1999
Novembre '99
Uccisa Dorcelina Folador (1 Novembre 1999)
La scuola Nazionale del MST (aggiornamenti novembre '99)
Violenze in Paraná (novembre '99)

Sessione solenne in omaggio alla lotta di Dorcelina
Il 19 novembre, alle ore 10, alla Camera dei Deputati, si svolgerà una sessione solenne in ripudio alla violenza e in omaggio alla lotta del sindaco Dorcelina Folador, assassinata il 30 ottobre a casa sua, nella città di Mundo Novo (MS). Alla sessione parteciperanno il governatore dello stato di Mato Grosso do Sul, Zeca, del Partito dei Lavoratori (PT), rappresentanti dei lavoratori rurali senza terra di Eldorado do Carajas e Corumbiara, deputati e militanti. La richiesta per la realizzazione della sessione è stata fatta dal leader del PT alla Camera, Jose Genoino e della deputata Luci Choinacki (PT-SC).
Lettera di protesta a Cardoso.

Caso Jose Rainha
È stato confermato il giudizio a Jose Rainha Junior per il 13 dicembre prossimo a Vitoria (ES). Il giudice Ronaldo Goncalves de Souza, della 1° Sezione Criminale di Vitoria, ha stabilito questa data, considerando che i provvedimenti sono stati presi e il processo è pronto per il giudizio. Di nuovo chiediamo a tutti che diano inizio a mobilitazioni perché il processo non si trasformi in plebiscito politico, dove i membri della giuria contrari al MST tendano a condannarlo e quelli favorevoli al MST ad assolverlo. La società civile organizzata deve pretendere un giudizio imparziale, con la giustizia al di sopra delle pressioni dei"fazendeiros".

Cooperative chiedono sostegno al governo "gaucho"
Preoccupate per la vendita illegale di semi geneticamente modificati , le cooperative dello stato di Rio Grande del Sud chiedono il sostegno del governo dello Stato per i controlli. Il 4 ottobre la direzione della Federazione delle Cooperative Agricole e di Allevamento dello Stato (Fecoagro) si è riunita con il segretario dell'Agricoltura, Jose Hermetto Hoffmann, per trovare un modo d'impedire la commercializzazione di semi di soia transgenica. La coltivazione è proibita in Brasile e la Segreteria dell'Agricoltura ha annunciato che le coltivazioni clandestine saranno distrutte.

Grido latino-americano
Il coordinamento nazionale del Grido degli Esclusi si è riunito a San Paolo il 5 ottobre insieme a rappresentanti dei 12 Paesi che hanno partecipato al Grido latino-americano degli Esclusi. L'obiettivo era la valutazione della mobilitazione del 12 ottobre. Si è discusso anche degli orientamenti del Grido per l'anno 2000, la Marcia Continentale e le possibilità di realizzazione di un Grido Continentale, includendo gli USA e il Canada.

Avvocati del Popolo della Terra
Dal 15 al 19 dicembre si realizzerà a Rio de Janeiro il "V Incontro degli Avvocati del Popolo della Terra". L'evento, che riunisce giuristi e avvocati che sostengono la lotte sociali nel campo e nella città, svilupperà, tra altri temi, la "Funzione Sociale della Proprietà e i Riflessi sul Codice di Processo Civile", con il giudice Rui porta Nova, del Tribunale di Giustizia del Rio Grande del Sud; Questioni Processuali Penali del Tribunale della Giuria, con Nilo Batista, ex-governatore e ex-segretario alla Giustizia dello stato di Rio de Janeiro; e la "Riforma Agraria", con intervento del segretario agrario nazionale del PT, Plinio de Arruda Sampaio. Ulteriori informazioni da Ney Stronzack, avvocato del Movimento dei Senza Terra al telefono (011) 3361-3866.

Punizione agli assassini di Dorcelina
In udienza con il Ministro della Giustizia, Jose Carlos Dias, il 4 novembre, la deputata Luci Choinack (PT-SC) ha chiesto la punizione degli assassini del sindaco di Mundo Novo, Dorcelina Folador la quale aveva denunciato il narcotraffico, la corruzione degli ex-sindaci del municipio al sud dello Stato e la mancanza della riforma agraria.
Accompagnata da altri dieci deputati federali - tra cui il leader del PT alla Camera, Jose Genoino (SP) - e dai senatori del PT Eduardo Suplicy (SP) e Marina Silva (AC), la deputata di Santa Catarina ha detto che il governo brasiliano "deve agire, svolgere il suo ruolo, mettere i banditi in prigione".

Millennium Round I
Si è tenuta a Salvador (BA), dal 25 al 30 ottobre, la X Riunione Ordinaria della Giunta Interamericana dell'Agricoltura, dell'IICA (Istituto Interamericano per la Cooperazione Agricola), che riunisce i ministri dell'Agricoltura di 34 paesi dell'America. Hanno partecipato all'incontro, nella qualità di osservatori, rappresentanti dell'Unione Europea (UE) e di paesi dell'Asia. Il principale argomento dell'agenda è stata la discussione sul tema "Agricoltura", nella Tavolata del Millennio dell'OMC, prevista per l'anno 2000.


Il caso José Rainha
José Rainha Junior, potrà essere giudicato il 13 dicembre. Il giudice Ronaldo Gonçalves de Souza della 1° Sezione Criminale del tribunale di Vitoria (Espirito Santo), ha stabilito questa data giudicando che tutti i provedimenti sono stati presi e il processo sarà pronto per il giudizio. Tuttavia, la difesa di Rainha non è stata ancora informata della decisione. È arrivato il momento di cominciare le mobilitazioni perché il processo non sia trasformato in un plebiscito politico, in cui i giurati contrari al MST tenderanno a condannarlo e i favorevoli al MST ad assolverlo. La società civile organizzata deve pretendere un processo imparziale, in cui la Giustizia non si faccia condizionare dalle pressioni dei fazendeiros.

La CPT denuncia abuso di un giudice e della Polizia Militare nel Goiás
Circa 90 famiglie di lavoratori rurali senza terra, a Chapadao do Cèu a 480 km da Goiania (GO), sono stati espulse dalla Fazenda Isidoro per la seconda volta quest'anno.
Il giudice del municipio di Itajá, ha determinato la reintegrazione del possesso della fazenda quando i senza terra già stavano ritornando in un'area vicina, ceduta dall'Incra. Secondo la CPT (Commissione Pastorale della Terra), i proprietari della fazenda sono i francesi Edmund e Felix Grandi, debitori del Banco do Brasil e ritenuti grandi speculatori terrieri.
La Fazenda Isidoro, della quale è stata richiesta l'espropriazione, possiede un' area di 4.326 ettari.

Conflitti nel campo 1998
La CPT ha completato a fine ottobre il rapporto sui Conflitti nel Campo 1998. L'organizzazione, che realizza tutti gli anni una ricerca sulla violenza nelle zone rurali del Paese, richiama l'attenzione sulla crescita della violenza contro i bambini del campo nel 1998.
Gli interessati a ricevere ulteriori informazioni possono contattare la CPT Nazionale al telefono (0055-62) 212-6466,
e-mail cptnac@cultura.com.br
oppure tramite la home page: http://www.cptnac.com.br

Distribuzione del reddito
Uno dei riflessi dei bassi salari dei brasiliani è la pessima distribuzione del reddito. Nel 1990, il 50% più povero della popolazione riceveva il 12% del reddito nazionale. Nel 1998 lo stesso 50% ha ricevuto l'11,2% del reddito. Per il 20% più ricco, tuttavia, la situazione è inversa.
Essi ricevevano il 62,8% del reddito all'inizio della decade, salendo al 63,8% nel 1998.


Espulsione nel centro cittadino di Curitiba
27 novembre
Ricostruzione dei gravissimi fatti avvenuti in Paraná tra il 21 e il 27 novembre.

Processo a Rainha (13 dicembre)
26 Novembre
La stampa ancora non ne parla in Brasile. Il MST sta lavorando soprattutto nella città di Vitoria per chiarire all'opinione pubblica la situazione. C'è un gruppo che lavora nei quartieri, nei sindacati, ecc. Faranno una veglia con 500 militanti davanti al tribunale durante il processo e stanno invitando personalità e parlamentari ad essere presenti. Lo stesso Rainha partecipa a dibattiti pubblici nei vari stati. Parteciperà anche al congresso del PT e al seminario di America Libre.
Saranno presenti al processo l'ex Presidente IAB (Istituto degli Avvocati del Brasile) Dr. Herman Assis Baeta; l'attuale Presidente della IAB, Dr. João Luiz Pineaud e il futuro presidente, che è già stato eletto, Dr. Marcelo Cerqueira.
Il Premio Nobel per la Letteratura José Saramago ha chiesto un giusto giudizio per José Rainha.

Processo a Rainha (13 dicembre)
26 novembre
Ci scrive il settore dei diritti umani del MST chiedendo due cose:
1) Partecipare alla manifestazione del 10 dicembre o inviare un messaggio che venga letto durante la manifestazione
2) inviare lettere alle autorità brasiliane (un testo viene suggerito)

Cari compagni/e, Amici/che
Il processo a Josè Rainha Junior è fissato per il giorno 13/12/99, con inizio alle 08:00. Durerà circa 20 ore. La sessione sarà realizzata nel Tribunale di Vitoria, Tribunal do Juri, Sala Moniz Freire, sarà presieduto dal giudice Ronaldo Gonçalves.
La difesa sarà sostenuta dagli avvocati Luiz Eduardo Greenhalgh, Aton Fon Filho, Suzana Angèlica Paim e Evandro Lins e Silva. Saranno ascoltati 5 testimoni della difesa, residenti nel Cearà.
Il giorno 10 dicembre, giorno dei Diritti Umani, faremo una manifestazione spettacolo per sensibilizzare la popolazione di Vitoria/ES E più in generale la società sull'innocenza di Zè Rainha.
Invitiamo tutti a partecipare a questa attività. Per chi non potrà venire di persona chiediamo che mandi messaggi di appoggio e solidarietà a Zè Rainha/MST. I Messaggi saranno letti durante la manifestazione, chiediamo anche agli enti e alle personalità che mandino lettere alle autorità brasiliane.
VI ringraziamo fin da ora per il vostro appoggio in questa campagna per un processo libero.
Ney Strozake/Elfi Fenske/ Setor de Direitos Humanos MST

Messaggio per la manifestazione spettacolo del 10 dicembre
Allo spettacolo del 10/12/99, giornata dei diritti umani, parteciperanno Batista Neubaner, Sérgio Ricardo, Gilvan Santos, Chico César e Marquinhos Monteiros. Si invitano tutti gli amici del Movimento a inviare lettere di appoggio a:
Secretaria Nacional/SP: semterra@mst.org o
Ufficio di Brasília: elfi@zaz.com.br.
Diffondete la notizia!

Imboscata nel Pará
26 Novembre
Nella mattina di ieri quattro lavoratori sono stati vittime di una imboscata nell'accampamento 'Martiri di Aprile' a Mosqueiro, distretto di Belem, uno è stato ferito con colpi di arma da fuoco e gli altri sono riusciti a scappare con lievi escoriazioni. Questo atto è la concretizzazione di una serie di minacce di un gruppo paramilitare di pistoleiros armati che stanno circondando l'accampamento agli ordini del signor Ulisses Monteiro.
Queste minacce sono divenute più intense dopo la sessione del processo che ha assolto i comandanti del Massacro di Eldorado, causando un sentimento di impunità generale nello stato.
I pistoleiros hanno mandato un messaggio dicendo che alcuni membri del coordinamento statale del MST sono stati condannati a morte: Luiz Gonzaga e Luiz Henrique

Occupazione per ottenere giustizia
25 novembre, Pará
È stata rioccupata la fazenda Santo Antonio a Parapuebas da 300 famiglie di senza terra, questa fazenda confina con la Fazenda Goiás II dove sono stati assassinati Fusquinha e Doutor il 26 marzo 1998.
Anche quella è occupata da 120 famiglie. I lavoratori dicono che questo è un modo per protestare di fronte al disinteresse delle autorità giudiziarie visto che il mandante dell'assassinio di quei compagni, il Signor Carlinho da Goiás cammina impunemente per le strade di Parapuebas.

I senza terra lasciano la fazenda di Cardoso ma scoprono che il Presidente è socio di un grileiro.
Minas Gerais, Fine Novembre
Il 19 novembre, il ministro della Politica Agraria Jungmann, ha dovuto rinunciare all'udienza prevista con il Papa insieme al presidente Cardoso a Roma, per tornare urgentemente in Brasile. Lo scopo era cercare di evitare che 400 sem terra accampati dal martedi 16 davanti alla fazenda Butiris, proprietà della famiglia Cardoso, la invadessero.
Il 18 sera i contadini si sono impossessati di un camion che usciva dalla fazenda, carico di soia, promettendo di restituirlo al momento della conclusione dei negoziati con il governo.
L'occupazione della fazenda è stata una forma di pressione sull'INCRA perché desse agli insediamenti delle risorse che erano già state approvate. L'area è stata liberata dopo un accordo che prevede la distribuzione del denaro.
Il fatto nuovo che è stato scoperto è che questa fazenda non è soltanto del presidente, ma che lui ha un socio. E questo socio è della famiglia Sodré, é grileiro (uno che si impossessa di terre altrui attraverso documenti falsi) di terre a Pontal do Paranapanema e é uno dei dirigenti della UDR (Unione democratica ruralista, organizzazione dei fazendeiros) in quella regione.
Il Presidente Cardoso è davvero molto favorevole alla Riforma Agraria!

Rottura della barra del pedaggio
Mobilitazione del 10 novembre
La questione della rottura della barra del pedaggio è stato un atto isolato di un gruppo di São Paulo, non è stata una azione deliberata dal MST. Il gruppo stava tornando da una manifestazione pubblica e passando per quel luogo di pedaggio ha deciso di compiere quella azione. Chiaramente la destra e la stampa stanno cercando di legare questo fatto all'inchiesta contro Stedile promossa in relazione a quel che lui ha detto in un discorso a Brasilia alcune settimane prima della mobilitazione sul 'rompere i pedaggi'. Stedile stesso aveva ampiamente spiegato anche sul Jornal do Brasil del giorno 22 ottobre che lui intendeva con quelle parole invitare a non pagare i pedaggi e non certo ad abbatterli fisicamente. "Io voglio che gli sbarramenti del pedaggio restino in piedi per molto tempo perché tra 10/15 anni possiamo mostrarli alla popolazione come simboli della nostra borghesia, che si vende la patria, e che è arrivata a vendere anche le strade pubbliche. La popolazione vedrà a che punto arriva la sua audacia quando vuole guadagnare soldi" (JdB/22/10/99)

Giornata di paralisi e protesta in difesa dell'occupazione e del Brasile
10 Novembre
Il 10 novembre ci sono state manifestazioni di protesta in tutti gli stati brasiliani. Anche se i media hanno considerato le manifestazioni un fallimento,questa non è la nostra opinione, sostiene Vincentinho, segretario della CUT. Questa giornata ha coinvolto circa 1.5 milioni di persone in tutto il paese senza calcolare le città più piccole, nelle quali sindacati, organizzazioni comunitarie, chiese e partiti politici hanno fatto vedere al governo che non possiamo essere d'accordo con le linee di una politica economica che ci schiaccia giorno dopo giorno.

Giornata di paralisi e protesta in difesa dell'occupazione e del Brasile (2)
10 Novembre
Si sono mobilitati lavoratori dei più diversi settori. Il movimento per la casa ha occupato un albergo abbandonato a Santa Maria nel Rio Grande del sud. Autobus e metropolitane si sono fermati a San Paulo e a Rio sono stati gli insegnanti a fermarsi. Ci sono state manifestazioni in tutte le capitali. Anche i contadini si sono mobilitati in tutto il paese. Hanno, per esempio, occupato la sede dell'Incra a Santarem (PA). Questa giornata è stata una tappa della mobilitazione contro il Presidente iniziata con la marcia dei 100.000 ad agosto e continuata a settembre con il grido degli esclusi e ad ottobre con l'arrivo a Brasilia della marcia popolare. La nostra sfida è quella di trasformare l'insoddisfazione popolare in organizzazione della società, dice Airton Faleiros, presidente da FETAGRI-PA/AP

Rio Grande del sud, un governo veramente democratico
Entro la fine dell'anno il governo del Rio Grande del sud insedierà 874 famiglie. Sono già state esaminate 21 aree da utilizzare. Sono più di 16.000 ettari. Nello stato di Santa Caterina invece si fa solo propaganda portando avanti il progetto del Banco della Terra, programma per arricchire i latifondisti e far indebitare più che mai gli agricoltori.

Il MST si accampa di fronte all'INCRA a Rio de Janeiro
Il 4 novembre 250 famiglie venute da 7 città dell'interno dello Stato, si sono accampate di fronte all'Incra per rivendicare il compimento della promessa di insediare 800 famiglie entro la fine dell'anno, la concessione di crediti per avviare l'attività e la distribuzione di aiuti alle famiglie accampate. Nel giro di 3 giorni le famiglie hanno ottenuto l'assicurazione che il governo dello stato soddisferà tutte le sue richieste.

Alfabetizzazione negli insediamenti
Dopo 3 anni di lotta il PRONERA comincia ad essere avviato in 19 insediamenti rurali dello stato di Rio. Sono state infatti liberate le risorse che permetteranno a 60 educatori degli insediamenti di iniziare l'alfabetizzazione di 1200 lavoratori rurali, con la supervisione pedagogica di MST,FETAG,CUT

Coloni del MST lasciano la sede dell'Incra a Porto Alegre
occupata il giorno 4. Hanno infatti raggiunto un accordo che prevede il ripristino della consegna delle ceste basiche per le famiglie accampate nello stato, la liberazione di crediti per le famiglie insediate.

II Incontro nazionale dei Sem Terrinha Belo Horizonte/MG
27-28 ottobre 1999
Documento conclusivo.