Notizie Dicembre 2008

Notizie Dicembre 2008
Dicembre 2008
Nel gennaio 2009 il MST compie 25 anni
La ricorrenza verrà celebrata per tutto l'anno anche con una serie di iniziative organizzate dai comitati di appoggio del Movimento in Europa e Usa. Ma la celebrazione più importante sarà quella che avverrà a gennaio, vicino a Sarandi, nel Rio Grande do Sul, all'interno della Fazenda Annoni, un luogo molto caro al MST e parte importante della fase iniziale della sua storia. Oltre a delegazioni del MST provenienti da tutti gli stati brasiliani, saranno presenti amici del Movimento di ogni parte del mondo.

11-19 Dicembre, in Italia Neuri Rossetto del MST
Il dirigente del MST Neuri Rossetto arriverà in Italia l'11 dicembre per partecipare a una iniziativa organizzata dall'Arci, a Ferrara, sulla sovranità alimentare. Starà poi qualche giorno a Roma, partecipando tra l'altro alla Festa dell'Altraeconomia, ospite dell'Associazione Amig@s MST-Italia/Comitato di Roma, si recherà quindi a Venezia e Reggio Emilia per partecipare ad iniziative organizzate da Ya Basta e Manitese e poi a Milano e in Val di Cecina per partecipare ad incontri organizzati da Fratelli dell'Uomo.

Diritti umani in brasile e monocultura della canna
4 Dic. 08
Il 4 dicembre la Rete Sociale per la Giustizia e i Diritti Umani ha lanciato un rapporto sulle violazioni dei diritti umani in Brasile nell'ultimo anno. 22 organizzazioni hanno partecipato alla ricerca. Nel primo capitolo relativo all'ambiente rurale si parla di violenza nelle campagne e di riforma agraria, oltre che degli impatti relativi all'espansione della monocultura della canna per la produzione di etanolo e della negazione dei diritti dei lavoratori del settore

Il piano per proteggere l'amazzonia esalta l'agrobusiness
1 Dic. 08
Ridurre del 72% il disboscamento in Amazzonia entro il 2017 è uno degli obiettivi del Piano Nazionale sui Cambiamenti Climatici divulgato il 1° dicembre dal governo brasiliano. Il prof. Ariovaldo Umbelino che afferma Geografia Agraria alla USP (Universidade de São Paulo), afferma che il Piano contiene alcuni punti positivi come la preoccupazione di ridurre emissioni di gas che danneggiano lo strato di ozono, Ma attribuisce importanza all'agrobusiness, mostrando così che il governo non vuole modificare una delle principali cause del disboscamento. Anzi esalta il ruolo dell'agrobusiness. Il governo vuole occuparsi di salvaguardia dell'ambiente - dice Umbelino - ma non si preoccupa del modello economico che genera gli squilibri ambientali.
Il governo vuole quindi accrescere la produzione di etanolo dai 20 miliardi di litri prodotti nel 2008 ai 52 miliardi di litri nel 20017. Quindi il numero di ettari piantati a canna (oggi 9 milioni) saranno nel 2017, 24/25 milioni. La canna sarà piantata nelle zone destinate all'allevamento e questo si sposterà nella foresta spingendo al disboscamento.