Quinta Conferenza internazionale di Via Campesina - Una mistica rende omaggio al coreano Lee Kyung Hae

Una mistica rende omaggio al coreano Lee Kyung Hae
Maputo, 24 ottobre 2008
Traduzione di S. Romagnoli

L'ultimo giorno della V Conferenza di Via Campesina, il continente asiatico ha preparato una mistica per rendere omaggio al coreano Lee Kyung Hae. Il 10 settembre 2003 durante la 5° riunione ministeriale del WTO a Cancun, Lee si è pugnalato mentre portava un cartello che diceva "il WTO uccide gli agricoltori". La Figlia del coreano è stata presente a tutta la conferenza e ha ringraziato quanti rendevano omaggio al padre. Lee aveva studiato agronomia all'università, Una volta laureato è tornato nella sua terra per avviare un'azienda. Con un sistema rivoluzionario di produzione ha organizzato l'Azienda Seul dove ha messo insieme macchine di alta tecnologia e rispetto per la natura. Per avviare la sua attività Lee ha preso soldi in prestito e fatto ipoteche. Nel 1999 per le difficoltà nella produzione ha perso la sua azienda sottrattagli dalle banche. Attivista instancabile, Lee è ricorso varie volte allo sciopero della fame come forma di protesta contro il libero commercio. Non è stato sufficiente. Immolarsi è una forma di protesta tradizionale in Corea del Sud, il suicidio è previsto per chi sente che nessun altro tipo di lotta è efficace. Da quel giorno Via Campesina commemora il giorno 10 di settembre come Giorno di lotta contro WTO e neoliberismo.


Speciale: V Conferenza di Via Campesina
- Comunicato stampa del 19 ottobre
- Documento finale della conferenza 23 ottobre
- Discorso di Itelvina Masioli per l'insediamento della nuova CCI
- Relazione di una delegata sul programma di azione di Via Campesina
- Una mistica rende omaggio all'agricoltore Lee
- Lettera da Maputo
- Il capitalismo finanziario ha sequestrato l'agricoltura, dice il MST

Per ulteriori informazioni, consultate www.viacampesina.org