CPT e MST del Parana: INCRA denunciato per utilizzazione di risorse a sostegno della diffamazione del MST

Documento di CPT e MST del Parana
9 Novembre '00
INCRA denunciato per utilizzazione di risorse a sostegno della diffamazione del MST
Il Forum Nazionale per la riforma agraria e la giustizia nelle campagne, del quale fanno parte la Commissione Pastorale della terra e il MST, tra gli altri, ha presentato oggi (9 novembre) al Pubblico Ministero Federale di Curitiba, una denuncia contro la Sovrintendenza regionale dell'Incra.

La denuncia è relativa alla deviazione di risorse pubbliche per finanziare una serie di servizi pubblicati nel giornale "Folha de São Paulo", dal giornalista Josias de Souza, come parte di una strategia messa in atto dal governo federale per diffamare e criminalizzare la lotta dei lavoratori/lavoratrici rurali in Brasile.

Gli articoli legittimano la repressione al MST
L'articolo intitolato "MST sottrae denaro della riforma agraria" pubblicato nel già citato giornale, il giorno 14 maggio del 2000, è stato all'origine dello scatenamento di una serie di misure repressive nei confronti del MST da parte del Ministero dello sviluppo agrario: - l'abolizione del credito alle cooperative, - la cancellazione del Progetto Lumiar (assistenza tecnica agli insediati), - il licenziamento dei tecnici, - l'apertura di un'inchiesta nell'Incra per verificare le pretese deviazioni di risorse e le famose riscossioni, dagli insediati, di un "pedaggio" del 3% da parte del MST, - l' apertura di un inchiesta da parte della Polizia Federale e di un procedimento insieme al pubblico ministero federale per verificare le "denunce", - persecuzioni dei leader e dei lavoratori. Oltre a questo si pensa ad una "resurrezione" del DOPS rurale, un'atra delle tristi eredità della dittatura militare in Brasile.

Questa strategia repressiva avviene nello stesso momento in cui il governo federale rifiuta di dare risposte alle domande dei lavoratori rurali, mediate anche da entità come CNBB, Conic e OAB, che si sono ritirati dai negoziati protestando contro l'atteggiamento inflessibile del governo. Per legittimare la sua incapacità e la mancanza di volontà politica, il governo, una volta ancora, utilizza le armi della repressione e della menzogna per sviare l'attenzione della opinione pubblica.

L'Incra svia risorse per pagare la realizzazione dei servizi.
Il Forum Nazionale per la riforma agraria e la giustizia nelle campagne ha presentato al Pubblico Ministero federale una serie di rapporti interni dell'Incra in cui si può dimostrare con facilità che lo stesso Ministero dello Sviluppo Agrario, attraverso la Sovrintendenza dell'Incra Paranà, ha incaricato e ha finanziato con denaro pubblico le spese di viaggio e soggiorno e ha messo ha disposizione un veicolo ufficiale con autista per portare il giornalista Josias de Souza e il fotografo Alan Marques agli insediamenti dell'interno del Paraná.

I viaggi, realizzati tra i giorni 8 e 10 di maggio 2000, avevano per obiettivo, secondo i documenti, "raccogliere materiali sull'applicazione del Procera e del Pronaf". Autorizzati e firmati dal sovrintendente regionale dell'Incra, sr. José Carlos de Araújo Vieira, i documenti dimostrano chiaramente l'intenzione del governo di usare i media come veicolo per combattere le cause legittime della popolazione delle campagne.

La commissione consegna un dossier al direttore della Folha di San Paolo
Una commissione di personalità ha consegnato oggi al direttore della Folha di San Paolo, un dossier con i documenti e una nota ufficiale del MST che protesta contro l'atteggiamento del giornalista, complice della repressione e delle menzogne usate come armi per combattere il MST.

La CPT e il MST esigono dal governo federale e dal Procuratore Generale della Repubblica rapidità nell'indagare sulle gravi denunce e punire i responsabili e si aspettano che la Folha di San Paolo fornisca chiarimenti alla società brasiliana sulla pubblicazione dei tendenziosi articoli

CPT e MST del Parana
Curitiba-Paraná-Brasil, 9 novembre 2000.