La politica educativa del MST assiste 200 mila persone nelle campagne

Conferenza sull'Istruzione
La politica educativa del MST assiste 200 mila persone nelle campagne
Valor Econômico, 4/08/2004, Nacional
Bianca Estrella - Repórter da Agência Brasil

Luziânia Il Movimento dei Trabalhadores Rurais Sem Terra (MST) sviluppa un progetto pedagogico nelle campagne che va dalla istruzione infantile fino all'insegnamento superiore. La stima del movimento è che mille persone stiano partecipando al progetto.

"Abbiamo oggi circa 2000 scuole pubbliche nelle aree degli insediamenti, la stima è che 200 mila persone possano studiare grazie al MST" spiega il coordinatore nazionale dell'Istruzione del MST Edgar Kolling, che ha partecipato martedi scorso alla II Conferenza Nazionale per l'Istruzione nelle campagne a Luziânia (Goias).

Il coordinatore ha detto anche che all'inizio del movimento, nel 1984, non si credeva che l'istruzione fosse un obiettivo da inserire nel programma del MST. "La presenza di bambini e adolescenti nel movimento ci spinse a prendere provvedimenti per l'insegnamento" ricorda Edgar. "All'inizio pensavamo che occuparci dell'insegnamento dalla Prima alla Quarta classe fosse già un buon risultato. Passati quasi 20 anni, l'istruzione nel MST coinvolge bambini, adulti e perfino anziani".

Dal 1990, il MST ha iniziato una collaborazione con altre entità in un processo di formazione scolare per professori. "Nel MST abbiamo circa 8000 formatori della riforma agraria, che sono abitanti degli insediamenti" evidenzia. Abbiamo già formato 700 persone insegnanti e 150 pedagoghi" mette in risalto il coordinatore. "Per avere una scuola migliore niente di più efficace che utilizzare professori della propria comunità".

Il movimento si oppone al trasporto scolastico che porta i bambini a studiare nelle scuole delle aree urbane. "Siamo contrari alla questione del trasporto come scappatoia per fornire istruzione. Secondo noi, insieme al trasporto viene l'esodo dale campagne. Abbiamo bisogno di costruire nell'immaginario del popolo brasiliano il concetto che anche chi vive nelle campagne ha diritto all'istruzione cosi come chi vive in qualsiasi altro luogo" ha detto il coordinatore.