Lettera del Comitato Italiano al Presidente Lula

Lettera del Comitato Italiano al Presidente Lula
Roma, 16/10/05
Lettera consegnata nelle mani di Lula il giorno 16 ottobre 2005 - a Roma, nell'ambasciata del Brasile in occasione dell'Incontro del Presidente e di alcuni suoi ministri con esponenti della società civile e politica italiana e risposta arrivata dal Planalto

Caro Presidente,
siamo lieti di incontrarla oggi in Italia e vogliamo farle un piccolo omaggio. Si tratta di una canzone che un gruppo italiano, in gran parte composto da studenti, ha voluto dedicare al ricordo della strage di Eldorado dos Carajas e alla lotta per la terra. Questo per dirle che qui in Italia, seguiamo con passione le vicende brasiliane e in particolare quelle relative alla lotta per la terra e per la giustizia. Un gruppo di giovani cineasti sta completando, per esempio, un film sulla marcia di maggio del movimento senza terra, che pure alleghiamo alla nostra lettera.


Noi del Comitato di appoggio di Roma al MST (ora parte dell'Associazione Amig@s MST-Italia), dal gennaio 1997, cerchiamo di appoggiare dall'Italia le battaglie di questa organizzazione che ha, secondo noi, un ruolo molto significativo a livello mondiale che va molto al di là della sola lotta per la terra. Il MST lotta per la dignità delle persone, aiuta gli esclusi a diventare protagonisti della loro storia e questa è una lezione importante anche qui in Europa.

Ci siamo rivolti a lei in varie circostanze, l'ultima a conclusione della marcia dei senza terra il 17 maggio (le alleghiamo la nostra lettera di allora).
Oggi, a 5 mesi di distanza da quella data, e alla vigilia del VI Incontro dei comitati europei di appoggio al MST che si riunirà a Roma dal 28 al 30 ottobre, con la partecipazione dei rappresentanti dei gruppi di Spagna, Francia, Portogallo, Inghilterra, Svezia, Svizzera, Germania, Olanda, Belgio e Austria ci rivolgiamo di nuovo a lei, per sollecitare la realizzazione degli impegni assunti dal suo governo in quella circostanza.

 

Seguiamo da vicino l'azione del suo governo e sappiamo per esempio che negli ultimi giorni è stato avviato un importante concorso che favorirà la ristrutturazione dell'Incra, ma le decine di migliaia di accampati che attraversano grandi difficoltà aspettano da lei una risposta urgente, come hanno dimostrato le giornate di lotta di settembre, e tutti i senza terra accampati e insediati aspettano la realizzazione di tutti i punti frutto dell'accordo seguito ai 17 giorni della marcia di maggio.
Con fiducia nella sua volontà personale di dare risposte agli esclusi del suo paese e del mondo.


Cordiali saluti

In nome del Comitato di appoggio al MST di Roma e dell'Associazione Amig@s MST-Italia, Serena Romagnoli

Brasília, 25 de outubro de 2005.

SERENA ROMAGNOLI
Comitê de Apoio de Roma ao MST
mst@quipo.it
ROMA
ITÁLIA

 

 


Gentile Signora

Confermiamo di aver ricevuto la sua lettera del 16/10/2005.
Il Presidente Luiz Inácio Lula da Silva gradisce i commenti e i suggerimenti e le chiede di seguire, attraverso i mezzi di comunicazione, le azioni avviate dal Governo a beneficio della rinascita del Brasile, con la ripresa della crescita economica e la lotta contro fame e miseria.
Il Presidente è sicuro del suo appoggio alle trasformazioni che il governo sta realizzando con l'obiettivo di rendere il nostro paese più giusto e solidale.

Distinti saluti


CLAUDIO SOARES ROCHA
Direttore
Direzione Documentazione Storica