Massacro do Felisburgo in Minas Gerais

Massacro di Felisburgo  (su questo argomento si può consultare il sito: http://www.mstfelisburgo.eu/sito.php)


Lettera del Settore Diritti Umani del Movimento Senza Terra
São Paulo, 23 novembre 2004.

Cari compagni/e
Attraverso questo messaggio vogliamo informarvi su quel che è successo nel Minas Gerais dove 5 lavoratori rurali senza terra, accampati, sono stati assassinati.

Il 20 novembre, intorno alle 12, circa 200 famiglie che occupano la Fazenda Nova Alegria dal 1 maggio del 2002, sono state sorprese dai colpi sparati da 18 pistoleiros, 3 dei quali erano incappucciati, coordinati dal Signor Adriano Shafico e suo nipote. 5 lavoratori sono stati assassinati. 4 sono morti subito e l'altro durante il trasporto in ospedale.

I compagni assassinati erano Iraguiar Ferreira da Silva - 23 anni, Miguel José dos Santos - 56 anni, Francisco Nascimento Rocha - 62 anni, Juvenal Jorge da Silva e José dos Santos, entrambi di circa 65 anni.

Altri 13 lavoratori sono stati colpiti e tra sono in gravi condizioni (trasferiti all'ospedale nel comune di Teófilo Otoni/MG). Tra i feriti c'è un bambino di 12 anni. I pistoleiros hanno inoltre dato fuoco a tutte le baracche.

 

Foto aerea dell'accampamento bruciato
Foto aerea dell'accampamento bruciato

 
La fazenda Nova Alegria sta nel comune di Felisburgo, nella regione della Vale del Jequitinhonha, Stato del Minas Gerais.

L'Istituto delle Terre del Minas Gerais - ITER -, ha rilevato attraverso le ricerche effettuate che la terra della fazenda appartiene in realtà allo stato del Minas Gerais. Ma, a causa della lentezza del Potere Giudiziario, ancora non era stato concluso il processo di insediamento delle famiglie.

Sapendo di questa situazione, il latifondista ha, negli ultimi due anni, messo in atto ogni tipo di provocazioni e minacciato continuamente i senza terra, arrivando a sequestrare degli adolescenti, tutto perché i senza terra abbandonassero quell'area.

La solidarietà arrivata all'accampamento è stata grande: continuano ad arrivare in questa area molte persone, lavoratori, dirigenti di organizzazioni popolari, sindacalisti, autorità e persone che sostengono la causa dei senza terra da varie parti del paese.

La scuola dell'accampamento La scuola dell'accampamento
Ciò che rimane della scuola dell'accampamento

 
Il giorno 21, domenica, sono stati all'Accampamento Miguel Rosseto (Ministro dello Sviluppo Agrario, Holf Hackbart (Presidente dell'Istituto Nazionale di Colonizzazione e Riforma Agraria, INCRA) Nilmário Miranda (Segretario Speciale dei Diritti Umani della Presidenza della Repubblica), promettendo una punizione esemplare in relazione a questa vicenda.

I sopravvissuti hanno deposto e tre pistoleiros sono già stati arrestati. È stata decretata la prigione preventiva per il latifondista Adriano Shafico e altre 9 persone. Le prove contro il fazendeiro sono molte: ha progettato il fatto, ha contrattato i pistoleiros, ha partecipato personalmente al massacro, secondo le deposizioni di quasi tutte le persone ascoltate.

Il MST spera che sia fatta Giustizia, che tutti i pistoleiros e il fazendeiro mandante siano immediatamente incarcerati e che il governo dello stato di Minas Gerais prenda possesso dell'area per darla ai lavoratori senza terra.

La responsabilità di questo massacro è del Governo dello Stato di Minas e del latifondo improduttivo. Lo stato di Minas Gerais possiede 11 MILIONI DI ETTARI DI TERRE PUBBLICHE E non fa nulla per accelerare la Riforma Agraria e i processi di esproprio non trovano risposte rapide del sistema giudiziario.

Fino a quando la Riforma Agraria non uscirà dalla pura fase progettuale, i contadini continueranno ad essere uccisi.

Vi chiediamo di inviare messaggi alle autorità elencate qui in basso chiedendo:
- Il carcere per i pistoleiros e i mandanti
- L'immediato insediamento delle famiglie nell'area
- Rapidità nella realizzazione della riforma agraria

 

Giane Alvares / Angélica Kuhn
P/Settore Diritti Umani Del Mst
Segreteria Nazionale

 


 
Possibile messaggio (proposto da Amig@s MST-Italia)
Queremos manifestar nosso repúdio contra o novo Massacre acontecido em Minas Gerais.
Solicitamos a prisão dos pistoleiros e dos mandantes do Massacre e a prevenção nos confrontos das ações violentas postas em prática pelos pistoleiros organizados pelos grandes fazendeiros.
Pedimos o assentamento imediato das famílias acampadas na área da Nova Alegria e agilidade para a implementação de uma verdadeira Reforma Agrária.

Firma ...