Assassinato un dirigente del MST dello stato di Rio de Janeiro (in fondo video occupazione del 2/11/2012)

  •   Cicero Guedes aveva ottenuto un lotto di terra nel 2002 ma continuava a lottare per la riforma agraria

 

  • Coordinatore dell’accampamento Luiz Maranhão, che si trova nella zona  industriale dell’ex-zuccherificio Cambahyba, Campos dos Goytacazes-RJ, Cícero Guedes dos Santos, 49 anni, è stato assassinato con 10 colpi in testa da pistoleiros, all’alba di venerdi 25 gennaio  a Campos dos Goytacazes. Aveva partecipato a un riunione la notte precedente. E’ stato colpito mentre tornava in bicicletta a casa sua nell’insediamento  Zumbi dos Palmares. Cícero faceva parte della direzione statale del MST a   Rio de Janeiro.
  •  
  •  Cicero, nato in Alagoas, è stato tagliatore di canna e ora coordinava l'occupazione del MST a Cambahyba, che è un complesso di sette fazendas la cui estensione complessiva è di 3500 ettari.  
  • Cícero Guedes era insediato dal  2002 nell'insediamento Zumbi dos Palmares nel nord di Rio, ma ha continuato a lottare per la riforma agraria. Era un punto di riferimento nella costruzione delle conoscenze agroecologiche tanto tra i compagni del Movimento come tra studenti  e professori dell'Università del Nord Fluminense. Nel suo lotto, lui metteva in pratica le tecniche dell'agroecologia, coltivando molte piante diverse, rispettando la  natura e approfittando di tutto ciò che essa poteva offrire.  
  • Il  latifondo di Cambahyba è stato  da tempo definito improduttivo. Fino ad oggi, tuttavia, la giustizia federale ha impedito l'esproprio dell'area e  questo ha già determinato sgomberi violenti delle famiglia che rivendicano la terra; Questa è la seconda volta che il MST realizza un'occupazione in quell'area. La prima è stata nel 2000 e sei anni dopo la Polizia federale e militare, per decisione della Giustizia Federale di Campos,  sgomberò 100 famiglie che avevano creato l'accampamento   Oziel Alves II.
  • Nel mese di maggio i brasiliani sono rimasti stupefatti dalla rivelazione che i forni della   Cambahyba  erano stati usati per bruciare i corpi di 10 militanti politici durante la dittatura. La confessione dell'ex-delegato del Dops, Claudio Guerra contenuta nel libro "memorie della guerra sporca" è stata divulgata da tutta la stampa.
  • In dicembre, l'Incra si è assunto l'impegno di creare un insediamento nell'area, ma fino ad ora non ha fatto nessun passo avanti in questo senso.
  •  
  •  La morte del compagno Cicero è frutto della violenza del latifondo, dell'impunità di fronte ai senza terra morti  e della lentezza dell'Incra nell'insediare le famiglie e fare la riforma agraria. Il MST esige che i colpevoli siano arrestati, giudicati e condannati.

 QUI IL VIDEO DELL'OCCUPAZIONE, NELLA NOTTE DEL 2/11/2012. GUEDES è IL SECONDO A INTERVENIRE DOPO MARINA DOS SANTOS E PARLA DELL'IMPORTANZA DELLA LOTTA PER VEDERE RICONOSCIUTI I PROPRI DIRITTI