Una delegazione internazionale in Brasile per denunciare la violenza del latifondo

  • Una delegazione internazionale in Brasile per denunciare la violenza del latifondo (28 marzo 2013)
  • Tra 1 e 4 aprile, una delegazione internazionale della   Right Livelihood Award chiederà giustizia e chiarezza rispetto ai crimini contro militanti del MST e della CPT. In un anno il numero di attivisti minacciati nel paese è aumentato del 177,6%.
  • La delegazione composta di personalità conosciute di vari paesi visiterà la città di Marabá, in Pará. Marianne Andersson ex parlamentare svedese, membro della delegazione, ha dichiarato che la delegazione esprimerà la propria solidarietà agli attivisti brasiliani, denuncerà i crimini e gli attacchi che stanno subendo i lottatori sociali in questo paese e chiederà con forza la realizzazione immediata della riforma agraria.
  •  Il 25 gennaio è stato ucciso a colpi di fucile Cícero Guedes, leader MST  nello stato di   Rio de Janeiro. I pistoleiros non sono stati ancora identificati.
  • Questo assassinio è solo uno all’interno di  un numero crescente di attacchi. La Commissione Pastorale della terra conferma che il numero degli attivisti minacciati è aumentato da 125 a 347, tra 2010 e 2011, nel rapporto “Conflitti nelle campagne brasiliane”. La situazione è particolarmente grave nello stato del  Pará, e, secondo un rapporto del 2005 della FIDH (federazione internazionale dei diritti umani), il Para rappresenta il 40% del territorio disboscato e ha i tassi più alti di schiavitù e di minacce a difensori dei diritti umani. La CPT rivela che 12 dei 29 assassinati, tra gli attivisti contadini nel 2011, appartenevano a questo stato. Il MST sostiene che il clima di impunità è ancora molto forte nella regione. Nel 1991 MST e CPT ricevettero insieme il  Right Livelihood Award (conosciuto anche come Nobel Alternativo) per il loro instancabile lavoro a favore della giustizia sociale. Tra l’altro i membri della delegazione parteciperanno al Juri Popolare nei giorni 3 e 4 aprile  sul caso dell’assassinio della coppia di estrattivisti di   Nova Ipixuna, José Claudio Ribeiro e Maria do Espírito Santo, avvenuto nel 2011