Campagna contro la criminalizzazione dei movimenti sociali e gli arresti ingiustificati di militanti MST

  • Il MST ci invita a mandare un messaggio alle autorità qui sotto elencate  (e al comitato per i diritti umani del Goias, che ha il nome di Dom Tomas Balduino) contro gli ingiustificati arresti di militanti del Movimento  accusati di far parte di una "Organizzazione Criminale".
  • Qui sotto un esempio di possibile messaggio. Più in basso una nota in cui si analizza il processo di criminalizzazione.
  •  
  • MESSAGGIO DA INVIARE
  • V. Exa. Marconi Perillo
  • Governador de Goiás
  • gabinete.particular@palacio.go.gov.br;
  •  
  • V. Exa. Dra. Laurita Vaz
  • Presidente do Superior Tribunal de Justiça
  • presidencia@stj.jus.br
  •  
  • V. Exa Dr. Leobino Valente Chaves
  • Presidente Tribunal de Justiça de Goiás
  • secpartpresidencia@tjgo.jus.br
  •  
  • comitedhdomtomasbalduino@gmail.com
  •  
  • Vogliamo esprimere la nostra grande preoccupazione per la recente crescita della repressione dei Movimenti Sociali in Brasile, soprattutto nello stato del  Goiás.
  • Sappiamo che leader e militanti del Movimento Senza Terra  di questo stato sono in carcere.   Luiz Batista Borges è stato arrestato il 14 aprile 2016, José Valdir Misnerovicz, leader conosciuto a livello internazionale, è in prigione dal 31 maggio e  Lázaro Pereira da Luz, dal 15 giugno. Altri due militanti sono in esilio. 
  • E' estremamente grave che persone como loro, impegnate per la giustizia sociale e la Riforma Agraria vengano criminalizzate per la sola ragione che lottano perchè terre ottenute con la falsificazione di documenti, terre  improduttive o indebitate nei confronti dello stato siano convertite in aree di produzione di alimenti per migliaia di piccoli agricoltori Senza Terra.
  •   Queste misure repressive sono inaccettabili e, visto che i Diritti Umani sono un valore universale, noi chiediamo l'immediata liberazione dei prigionieri politici del MST in Goias e la fine della criminalizzazione della lotta per la riforma agraria in Brasile.
  •  Distinti saluti
  • Nome:
  • Incarico/professione:
  • Organizzazione:
  • Data:
  •  
  • NOTA SULLA CRIMINALIZZAZIONE  DEL MST
  • - Campagna Internazionale per la
  • Libertà dei "prigionieri per la Riforma Agraria" – 2016 –
  •  
  • settembre 2016.
  • E' in corso una grave e pericolosa strategia di criminalizzazione del MST nello stato del Goiás, che riteniamo essere un attentato ai diritti umani e un potenziale rischio per la lotta popolare, non solo nel nostro stato, ma in tutto il paese. 
  • Anche se per ora gli effetti di questa strategia sono ancora circoscritti allo stato goiano, gli strumenti di questo processo di criminalizzazione e di creazione di uno stato di polizia potranno essere utilizzati in qualsiasi altro stato brasiliano o anche in ambito federale, soprattutto in questo periodo di rottura della democrazia.
  •   Il 12 aprile i giudici  Thiago Brandão Boghi, Rui Carlos de Faria e Vitor Umbelino, dei Distretti di Santa Helena, Mineiros e Rio Verde, hanno stabilito la prigione preventiva di quattro militanti del MST, che, pur non avendo commesso nessun crimine, sono accusati di far parte di una Organizzazione Criminale. L'agricoltore Luiz Batista Borges, appartenente all' accampamento Pe. Josimo Tavares, è stato arrestato quando si è presentato nella delegazione di Rio Verde, (Goiás), il 14 aprile. Il 31 maggio, il militante José Valdir Misnerovicz, riconosciuto nazionalmente e internazionalmente come lottatore della riforma agraria, è stato arrestato con un'azione articolata tra le polizie del Goiás e del Rio Grande do Sul, dove si trovava Valdir.   Lázaro Pereira da Luz è stato arrestato il 15 giugno a Itapaci, Goiás. I militanti  Natalino de Jesus e Diessyka Lorena sono in esilio.
  • Questa è la prima volta in Brasile che il MST è criminalizzato sulla base della legge 12.850/2013,  che parla di organizzazioni criminali. Questa legge, ipoteticamente creata per agire contro il lavaggio di denaro e il traffico, può essere considerata la legittimazione di un vero Stato di Eccezione. In base ad essa, le inchieste procedono in forma segreta e possono automaticamente contare sulla delazione premiata, sull'infiltrazione degli agenti, la rottura della segretezza fiscale, bancaria e telefonica, intercettazioni ambientali e altre arbitrarietà.
  • Diversamente dall'inquadramento nella "Formazione di bande criminali", accusa che storicamente i giudici reazionari tentavano di attribuire al MST e che non è mai stata raccolta dai tribunali superiori, l' "Organizzazione Criminale" presuppone la teoria del dominio dei Fatti. Ossia, a rigore, ritenendo il MST un'organizzazione criminale, qualsiasi militante può essere accusato in qualsiasi inchiesta avviata.  E' il tentativo assurdo di collocare nell'illegalità un movimento democratico, che lotta per la riforma agraria in Brasile. 
  • Questa offensiva è frutto di una crescita delle forze conservatrici a livello statale e nazionale.
  • Negli ultimi tre anni e mezzo, la lotta per la terra in Goiás si è significativamente massificata; si è passati dalle 600 famiglie accampate nel 2013 alle 6.500 famiglie del 2016. In questo periodo, c'è stata l'occupazione Dom Tomás Balduíno, nel complesso Santa Mônica, latifondo improduttivo di proprietà di un senatore brasiliano, frutto della espropriazione dei contadini, e dell'azienda Santa Helena, latifondo della canna, che deve circa 1,1 miliardi di reais ai lavoratori e all'Unione.
  • Di fronte a questa crescita delle lotte, l'agrobusiness, articolato con il potere giudiziario locale e statale, con il legislativo federale e con l'esecutivo statale ha scatenato questo processo di repressione, con l'obiettivo di rendere impossibile la lotta per la terra nello stato.
  • A livello federale, il golpe in corso ha forti vincoli con l'agrobusiness e con le forze conservatrici nel giudiziario e legislativo. L'iniziativa di inquadrare il MST come organizzazione criminale, al di là del fatto di essere cominciata in Goiás, è sostenuta dal Gruppo Ruralista del Congresso Federale e da personaggi politici che hanno avuto un ruolo importante nel golpe.   
  • Coordinamento del Comitato Goiano dei Diritti  Umani " Dom Tomás Balduino"
  • comitedhdomtomasbalduino@gmail.com