Assassinato in Para’ un sem terra. Mandante un fazendeiro che occupa terre pubbliche. 3/9/2010

 

  • Venerdi 3 settembre è stato ucciso il lavoratore rurale e militante del MST José Valmeristo Soares, conosciuto come Caribé. Intorno alle 9 del mattino due lavoratori rurali João Batista Galdino de Souza e José Valmeristo ( Caribé) si stavano dirigendo verso la città di Santa Luzia do Pará quando sono stati costretti da pistoleiros armati ad entrare in una macchina. I due lavoratori sono stati picchiati e torturati e quindi obbligati a scendere dall’auto vicino alla città di Bragança. Galdino è riuscito allora a fuggire nel bosco ma ha udito sette spari. Arrivato a Santa Luzia, Galdino ha denunciato il fatto alla polizia che ha detto di non poter intervenire perché era ormai notte. Nonostante le sollecitazioni della direzione del MST del Para e le assicurazioni ottenute che ci sarebbe stato un intervento rapido, soltanto la mattina del sabato, alle 10 circa, gli stessi lavoratori rurali hanno trovato il corpo  di Caribè.
  • I senza terra sono accampati vicino alla   Fazenda Cambará e ne rivendicano l’esproprio per creare un insediamento. La fazenda fa parte di un possedimento federale chiamato   Pau de Remo e possiede 6.886 ettari di terre pubbliche.Il fazendeiro e ex-deputado federale Josué Bengstson possiede 1.800 ettari di cui ha i titoli. Il Pubblico Ministero  Ana Maria Magalhães ha denunciato molte volte che si tratta di terre pubbliche. I lavoratori hanno già denunciato all’Incra, al Ministero dello sviluppo agrario, alla delegazione regionale dello stesso ministero, alla commissione dei diritti umani dell’Assemblea legislativa  del Pará e alla Segreteria di Pubblica Sicurezza dello stato le minacce di morte subite da parte dei pistoleiros e della stessa polizia di  Santa Luzia e Capitão Poço, senza che venisse assunto nessun provvedimento.
  • Denunciamo alla società brasiliana questo altro vergognoso atto di omissione e di connivenza della Polizia del Pará con i fazendeiros dello Stato, così come l’incompetenza della Segreteria per la Pubblica sicurezza e del governo dello stato nel risolvere le gravi violazioni dei diritti umani nelle campagne. Tutto questo porta il nostro stato ad ottenere il triste ruolo di campione nazionale di violenza nelle campagne.  Denunciamo anche l’inefficienza dell’Incra e del Programma Terra Legale del Governo Federale che non ha risolto i problemi fondiari anche quelli noti a tutti.
  • Esigiamo l’arresto immediato dei pistoleiros che hanno assassinato  José Valmeristo Soares, così come dei mandanti Josué Bengstson e suo figlio Marcos Bengstson.
  • Esigiamo anche l’esproprio immediato della fazenda  Cambará per l’insediamento delle famiglie dell’accampamento   Quintino Lira.
  • Belém,  4 settembre 2010 -  Direção Estadual do MST – Pará