LAND GRABBING – Conferenza di Via Campesina Internazionale, Nyeleni 17/20 novembre 2011

Conferenza internazionale “Fermiamo l’accaparramento di terre” dal 17 al 20 novembre 2011, Nyeleni/Mali (notizia luglio 2011) 

  • La terra, l’acqua, le risorse naturali che dovrebbero essere beni comuni inalienabili si trovano al centro di quel che sta in gioco a livello economico nel mondo.  Il modo in cui sono attualmente attribuite e gestite minaccia l’avvenire dei popoli, la nostra alimentazione e il pianeta.
  • Più di 45 milioni di ettari sono già stati oggetto di transazioni definitive o in via di definizione, quasi sempre con una grande opacità e a danno delle comunità contadine, di pastori, di pescatori e di popoli indigeni. Solo in Africa, 30 milioni di ettari sono stati accaparrati, lì dove l’insicurezza alimentare fa stragi tutti i giorni! La coesione sociale, la sovranità alimentare approvata legalmente da alcuni paesi africani - senza dimenticare la stessa sovranità degli Stati - sono rimesse in discussione:  in Mozambico con più di 10 milioni di ettari, in Etiopia con 300.000 ettari nelle mani di un solo investitore indiano, in Mali con più di 750.000 ettari….
  • Le agricolture familiari basate su conoscenze secolari, che hanno assicurato e assicurano l’alimentazione di più del 70% delle popolazioni soffrono frontalmente le conseguenze delle politiche economiche che beneficiano solo alcuni, secondo le opportunità del mercato. I diritti fondamentali come i Diritti umani, i diritti di accesso alla terra e alla sua protezione, all’acqua, alle risorse naturali, alla alimentazione sono continuamente violati e spesso con la complicità dei governi.
  • Certamente numerosi incontri, articoli, programmi mediatiic hanno trattato questo tema, ma la voce dei contadini fino ad ora non è stata molto acoltata. E’ il momento di consolidare le nostre strategie con altri attori per ottenere più efficacia sul campo e in seno alle istituzioni.
  • Per questo motivo, la Via Campesina e il Coordinamento nazionale delle organizzazione contadine (CNOP) del Mali vi invita a venire per ascoltare, scambiare e appoggiare i nostri compagni e compagne che vivono ogni giorno queste realtà, non solo le loro sofferenze ma anche le loro resistenze. Si tratta di stabilire un Piano d’azione, approvato dalle organizzazioni contadine e dalle ONG, contro l’accaparramento a livello locale, nazionale e internazionale
  •  Contacto : CNOP/VIA CAMPESINA Kalabancoura rue 200 .porte 727 BP E 2169 Bamako/Mali chantal.jacovetti@wanadoo.fr Tél : 00223.76.81.87.93/64.86.89.26