Una via d'uscita per il Brasile - João Pedro Stedile

  • Il Brasile vive una grave crisi economica, politica, sociale e ambientale. Molti fattori hanno contribuito a scatenarla, a cominciare dalla subordinazione della nostra economia al capitale finanziario e internazionale, che minaccia tutta la società.
  • Il golpe del 2016 è stato il tentativo della borghesia di salvarsi da sola dalla crisi, scaricandone tutto il peso sulla classe lavoratrice. È per questo che ha mobilitato il suo potere mediatico, giudiziario e parlamentare.

Dalla prigione il Manifesto politico di Lula

Da due mesi sono incarcerato, ingiustamente, senza avere commesso nessun crimine. Da due mesi mi è proibito di percorrere il Paese che amo, portando il messaggio di speranza in un Brasile migliore e più giusto, con opportunità per tutti, come sempre ho fatto in 45 anni di vita pubblica.

CIAO SERENA

È con enorme dolore che comunichiamo la scomparsa di Serena Romagnoli, co-fondatrice e anima dell’Associazione Amig@s Movimento Senza Terra Italia (di cui curava, in particolare, il sito - www.comitatomst.it - e i rapporti con i movimenti contadini italiani), ma, soprattutto, insostituibile punto di riferimento in Italia per tutti i Senza Terra brasiliani.

 

 

Iniziative Comitato

(24/10/14)

 

La lunga marcia dei senza terra, dal Brasile al mondo.
  di Claudia Fanti, Serena Romagnoli, Marinella Correggia (Emi editore)

 

 

VIDEO www.youtube.com/watch

(14/06/18)

È con enorme dolore che comunichiamo la scomparsa di Serena Romagnoli, co-fondatrice e anima dell’Associazione Amig@s Movimento Senza Terra Italia (di cui curava, in particolare, il sito - www.comitatomst.it - e i rapporti con i movimenti contadini italiani), ma, soprattutto, insostituibile punto di riferimento in Italia per tutti i Senza Terra brasiliani.