Violenze in Parana', Agosto 2003

Notizie Paraná
Agosto 2003
4 Agosto - Parana - assassinato un senza terra
Il lavoratore rurale Francisco Nascimento de Souza (conosciuto come Zebu), 27 Anni, padre di 4 figli, abitante nell'insediamento Nossa Senhora Aparecida, a Mariluz (80 Km da Campo Mourão), è stato trovato morto oggi alle 8 dal consigliere comunale
Cícero Luis dos Santos. Secondo informazioni dei dirigenti locali del MST è stato colpito alla nuca e il corpo presentava segni di tortura. Francisco tornava a casa nell'insediamento, da Mariluz, in moto, alle 10 di sera di ieri 3 agosto. L'insediamento, oltre agli insediati, ospita anche 550 famiglie accampate. L'omicidio aggrava il clima di tensione esistente nello stato. La regione nordovest è caratterizzata storicamente dall'azione di milizie private. Il municipio di Mariluz è uno dei centri di azione del PCR (Primo Comando Rurale), organizzazione creata nel marzo di quest'anno che sta spargendo il terrore in varie regioni dello stato. Il clima di tensione e le minacce ripetute ai lavoratori rendono i latifondisti della regione i principali sospettati dell'omicidio. Attraverso il PCR, il SINAPRO (Sindacato Nazionale dei Produttori Rurali) la UDR e la FAEP (Federazione dell'Agricoltura dello Stato del Parana) i latifondisti stanno riaffermando l'intenzione di usare la forza per reprimere i lavoratori, accusando il governo dello Stato di non svolgere il proprio ruolo.
MST e CPT dichiarano la loro preoccupazione di fronte a questa situazione e chiedono misure efficaci per l'insediamento immediato delle circa 13000 famiglie accampate e la liberazione di risorse per gli insediamenti del Parana. Dopo 8 anni di repressione, sotto il governo Lerner responsabile di un'ondata di violenza che ha prodotto decine di morti, feriti, torturati, questo nuovo omicidio non può restare impunito.

4 agosto - Parana - La romaria della terra renderà omaggio ad Antonio Tavares
Il 31 agosto, durante la 18° romaria della terra in Parana, verrà reso omaggio ad uno dei principali martiri della terra nello stato, Antonio Tavares Pereira. La sua vita è simbolo della lotta di centinaia di famiglie sconvolte dalla costruzione della Diga di Itaipu. Membro di una famiglia di migranti nordestini, Antonio ha vissuto prima nel Mato Grosso e poi nell'Isola Grande, una delle 180 isole del fiume Parana, oggi trasformata in Parco Nazionale. La sua famiglia fu costretta, insieme ad altre 1200 ad abbandonare quelle terre nel 1982. La famiglia di Antonio ottenne con molte difficoltà di esseer reinsediata e andò a vivere a Condoi, vicino al fiume Cavernoso. Antonio ha continuato a lottare, militante del MAB e del MST, nel 2000 si è recato a Curitiba per partecipare ad una manifestazione del MST a favore della riforma agraria, ma è stato colpito a morte dalla polizia. Sua moglie e i suoi figli vivono oggi a Querência do Norte e ancora aspettano giustizia (il soldato che ha sparato è stato assolto e il processo archiviato) (CPT)

8 agosto - Parana - La lista dei condannati a morte è resa nota
Una lista con sette nomi di dirigenti del MST è stata diffusa questa settimana in Parana. Uno dei nomi della lista è quello del senza terra Francisco Nascimento de Souza, 27 anos, assassinato il giorno 4 agosto. La lista è stata resa nota dal segretario dello stato per il lavoro e la promozione sociale e anche presidente della commissione speciale di mediazione sulle questioni della terra, Padre Roque Zimmermann e confermata dal MST. Secondo José Damasceno, del coordinamento statale del MST, l'omicidio di ciascuna delle persone elencate corrisponde a ricompense che variano dagli 8 ai 10 mila reais. Secondo lui la lista è stata compilata il 21 aprile a Campo Mourão. La divulgazione della lista avvalora i sospetti di CPT e MST, relativi all'omicidio di Francisco, ucciso con otto colpi, da due diverse armi, tutti sparati alle spalle. Oltre a Francisco fanno parte della lista: Ângelo Costa Quintanilho, Luiz Alves, Paulo Sérgio de Souza, Carlos Cartucho, João CBT e
Paulo Carrero, oltre allo stesso José Damasceno. (CPT)

PARANA - Denuncia della direzione statale MST (sintesi)
Migliaia di lavoratori rurali senza terra vivono in precarie condizioni nel Parana aspettando pacificamente la riforma agraria promessa dal Governo. Ma ormai intorno ad ogni accampamento ci sono milizie armate dai latifondisti che fanno una lista dei dirigenti da assassinare e infiltrano persone loro negli accampamenti.
In aprile è stata fatta una riunione a Campo Mourão, in cui è stata elaborata una lista di dirgenti da assassinare. Per ognuno c'era un prezzo. L'assassinio il 4 agosto del militante del MST Francisco Nascimento de Souza, che faceva parte della lista dei condannati a morte, resa pubblica dalle principali organizzazioni di latifondisti, fa parte della loro strategia, così come l'infiltrazione di persone legate al crimine organizzato e di pistoleiros negli accampamenti e insediamenti. Ogni volta che il MST ha avuto notizia che qualcuno degli accampati o insediati era legato ai latifondisti e al gruppo del crimine organizzato della regione, ha contribuito alle indagini consegnando i sospetti alle autorità di polizia.

14 agosto - un altro senza terra ucciso in Parana
Si tratta di Venilton Ribeiro Ferraz, di 25 anni, che abitava nella Fazenda Cajati, a Cascavel, occupata 4 anni fa dal MST; è stato ucciso con un colpo alla testa, all'interno della sua casa.