Progetto di una radio comunitaria in Paraná. 2005

Progetto di una radio comunitaria in Paraná
Dicembre 2005


Il Progetto

Vi presentiamo il progetto di una radio comunitaria da realizzare in un insediamento nel comune di Ponta Grossa (la regione del deputato Lupion, quello che considera criminali i senza terra). Il costo del progetto è 3000 euro.
Un gruppo di amici del MST di Follonica, che ha già contribuito alla realizzazione di altri progetti simili, contribuirà con 1000 euro.
Il Comitato di Roma ha deciso di inviare gli altri 2000, autotassandosi e chiedendo il contributo di quanti di voi trovino il progetto interessante.

Noi diamo sempre la priorità alle richieste della direzione del MST, ma nel 6° incontro europeo, ci è stata data l'indicazione che le radio comunitarie sono insieme alla scuola nazionale una assoluta priorità.

Chi vuole collaborare al progetto puo' versare un contributo sul conto corrente del gruppo romano:
conto 100281 - intestato a B. Malavolti e F. Carbonari
cab 12100 - abi 05018 - banca popolare etica, piazzetta forzate' 2 - 35137 padova,
causale: radio comunitaria


Perché è necessaria una radio comunitaria nella regione di ponta grossa?
La regione di Ponta Grossa in Parana è come il cuore del latifondo in quello stato. A questa regione appartengono il presidente e l'autore della relazione della CPMI, che definisce le occupazioni di terra "atti di terrorismo".
Ogni manifestazione od occupazione viene presentata dai mezzi di comunicazione dal punto di vista dei latifondisti. La radio del Municipio rafforza la cultura dominante poiché è in mano a un piccolo gruppo che esprime le idee dei latifondisti e esercita un'azione alienante nei confronti del popolo. I senza terra sono presentati come fannulloni e violenti.
È necessario quindi costruire uno strumento di informazione che esprima il punto di vista dei senza terra.

 

Cosa si puo' fare con una radio comunitaria?
- Informare correttamente le famiglie del municipio di Ponta Grossa, incoraggiando la partecipazione democratica e denunciando le manipolazioni
- Lavorare alla formazione umana e politica
- Stimolare la crescita della cultura popolare e riscattare le radici culturali del popolo
- Promuovere il dibattito sulle contraddizione esistenti, per stimolare all'azione e alle lotte

Dove sarà collocata la radio?
La Radio avrò sede in un insediamento del MST che è vicino alla città, così oltre ai senza terra, il messaggio del MST potrà raggiungere una popolazione di circa 30-40 mila abitanti.

Chi gestirà la radio?
Per realizzare questo progetto il MST conta sulla collaborazione degli studenti del Corso di Giornalismo dell'Università di Ponta Grossa, giacché il Campus è situato vicino all'insediamento dove avrà sede la radio. Gli studenti, sostenuti da alcuni professori di sinistra aiuteranno ad organizzare e a far funzionare la radio.

Quanto costerà impiantare la radio?
Circa 3000 euro (vedi il preventivo in basso)