Stedile: l'occupazione della fazenda di Cardoso

Dichiarazioni di Joao Pedro Stedile alla stampa sull'occupazione della fazenda di Cardoso
Marzo-Aprile 2002
Molti giornali brasiliani stanno intervistando in questi giorni Joao Pedro Stedile sulla vicenda di Buritis. Riportiamo alcuni brani di queste interviste per chiarire i fatti e desumerne la posizione del MST, a livello nazionale (da Jornal do Brasil, Epoca, Expresso). Le mobilitazioni aiutano Lula
Jornal do Brasil, 27 Marzo 2002

JB L'occupazione della fazenda dei figli del presidente è stata un errore?
Stedile Bisogna vedere il contesto. È stata decisa da compagni insediati nel municipio che, da più di 4 anni, sono ingannati. Quando la stampa è lì, il governo promette. Poi non mantiene. I lavoratori stanchi della trattativa, la notte di venerdi hanno deciso di occupare la fazenda.

JB Ma la ripercussione è stata negativa.
Stedile Il governo cerca di convincere l'opinione pubblica di tre cose: 1) che l'occupazione è stata pianificata dalla direzione del MST, il che non è vero; 2) che rappresenta un'offesa a un simbolo nazionale, il che è ugualmente falso perché non possono essere considerati simboli nazionali tutti i posti che il presidente frequenta; 3) che è in relazione con la campagna elettorale, il che è un'altra bugia.

JB Il fatto che alcune persone siano entrate in casa e abbiano consumato liquori della cantina non ha contribuito al giudizio negativo su questa azione?
Stedile ha aiutato il governo a spostare il discorso. Ma questo dimostra soltanto il carattere spontaneo dell'azione. Solo un ingenuo o un malintenzionato, potrebbe pensare che se ci fosse stata partecipazione della direzione del MST, questo sarebbe successo. Ma anche se i compagni non fossero entrati nella abitazione, il fatto sarebbe stato sfruttato politicamente lo stesso.

JB L'occupazione ha spostato dall'agenda delle questioni scomode per il governo?
Stedile Si, vediamo per quanto tempo. Il tentativo di spostare il dibattito era stato fatto la settimana scorsa dando risposte improprie alla dichiarazione dell'inviato dell'ONU Jean Ziegler. Ziegler ha detto soltanto che la situazione di fame in Brasile è inaccettabile perché siamo un paese ricco e che la violenza è ai limiti di una situazione di guerra sociale. Il governo ha cercato di togliere di importanza a queste dichiarazioni e ha schierato tre ministri contro di lui. (...)

JB L'occupazione della fazenda del socio dei figli del presidente nel Pontal è stata la risposta ai 16 arrestati a Buritis?
Stedile No. Questa fazenda è già stata occupata quattro volte. È considerata dall'ITESP, Istituto delle terre di San Paolo come parte delle terre pubbliche i cui documenti sono stati falsificati nella regione del Pontal (400.000 ettari in tutto). Il governo le sta recuperando lentamente

JB Quindi è stata una coincidenza?
Stedile Si, Chiaramente il compagno José Rainha ha richiamato l'attenzione del governo: "Se pensate, che mettendo la gente in prigione ci spaventate, vi sbagliate. La nostra base continuerà le mobilitazioni e ora, anche per solidarietà con i prigionieri". Una occupazione non è preparata da un'ora all'altra. Quindi questa occupazione doveva essere stata preparata prima della vicenda di Buritis.

JB Chi sono le famiglie che hanno occupato la fazenda del Pontal?
Stedile 200 famiglie accampate che stanno aspettando la terra da 4 anni. Sono una parte delle 2000 famiglie che in vari accampamenti della regione aspettano che l'Itesp recuperi le terre i cui documenti sono stati falsificati. (...)

JB Le occupazioni danneggiano la candidatura di Lula?
Stedile No, è il contrario, aiutano Lula. Le mobilitazioni rafforzano i candidati di sinistra. D'altra parte nelle precedenti elezioni Lula ha detto che se avesse dovuto lasciare da parte la solidarietà con i movimenti sociali avrebbe preferito non partecipare alle elezioni. La storia dimostra che le candidature di sinistra vincono solo quando c'è un'accumulazione di forze nei movimenti di massa. Lula stesso esiste come politico perché è il frutto degli scioperi.

JB Le occupazioni continueranno?
Stedile Senza dubbio.

JB Quale lezione si può trarre dall'occupazione della fazenda del presidente?
Stedile L'episodio ha rivelato che il governo mente senza pudore. I suoi due principali quadri nel campo della riforma agraria, la consigliera speciale per i conflitti Maria de Oliveira, e il giudice agrario nazionale Gersino da Silva, hanno presentato le dimissioni per salvare la loro dignità.


Chi sono i senza terra che hanno occupato la fazenda.
Come ha reagito la direzione del MST?
(da Epoca)

D Chi sono i senza terra che hanno occupato la fazenda Corrego da Ponte?
Stedile Fanno parte di due gruppi. La maggior parte è insediata nel comune di Buritis, totalmente abbandonata. Gli altri sono di un accampamento di 80 famiglie senza prospettive. Uno dei gruppi è della fazenda Barriguda, sono stati insediati dall'Incra quasi sei anni fa e ora il fazendeiro ha vinto la causa e l'Incra non sa che fare. Pensate al clima di insicurezza in cui vivono queste famiglie. Si è diffusa la disperazione. La maggioranza di loro non ha ricevuto risorse per la casa o per sviluppare la produzione. Ricevono appena l'indispensabile per non morire di fame. Non certo i 23.000 reais di cui ha parlato il Ministro. Hanno fatto decine di trattative con l'Incra del distretto federale. Un anno fa hanno occupato la sede dell'Incra e hanno minacciato di incendiarlo. Queste famiglie non ce la fanno più. Per questo venerdi sera hanno fatto una assemblea e hanno deciso di andare alla fazenda per richiamare l'attenzione della stampa.

D Quando ha saputo la direzione nazionale del MST dell'occupazione, Come avete reagito? Eravate d'accordo?
Stedile La direzione non è una istituzione permanente. Ogni membro sta in un diverso stato. Penso che la maggioranza lo abbia saputo attraverso la stampa, anche perché le decisioni delle occupazioni sono sempre prese a livello locale. Io giovedi e venerdi sono stato in Para e sono arrivato a San Paolo solo sabato mattina.
(Ero in Para per seguire la richiesta di habeas corpus per i 14 nostri compagni in galera dal 18 gennaio per un'occupazione nella fazenda dell'ex-senatore Jader Barbalho. La mancanza di un motivo di queste carcerazioni e la forma in cui sono state fatte (ingannando i lavoratori, dicendo che avrebbero solo fatto una deposizione) e il fatto che li hanno tenuti in carcere più di due mesi sono solo alcune delle tante arbitrarietà commesse contro lavoratori che lottano per la riforma agraria. A questi casi i mezzi di comunicazione non danno nessuno spazio. Non gli interessa mostrare alla società le arbitrarietà che si commettono contro i lavoratori).
Bisogna prima di tutto chiarire che la causa che ha spinto all'azione di Buritis è stata la disperazione, il clima di insicurezza vissuto dalle famiglie e l'inazione de governo

D Il PT vi ha chiamato per avere informazioni?
Stedile io non ho parlato con nessun dirigente,solo con un consigliere di Dirceu e ho spiegato la mia analisi descrivendo il contesto.

D Come valuta la nota del PT e la dichiarazione di Lula contro l'invasione della casa del presidente e della casa di qualsiasi brasiliano?
Stedile Penso che la nota del PT è stata coerente con la verità e con la linea del PT. Il MST è completamente autonomo dal PT dalla sua nascita. In relazione alla dichiarazione di Lula preferisco non fare commenti. Mi è piaciuto solo che Lula ha detto a Itamar Franco che lui ha un passato di lotte e doveva essere coerente con questo passato.


Sulle valutazioni degli alleati
(da Expresso)

Stedile La nostra valutazione di alcune dichiarazioni di nostri alleati è che anche loro sono caduti in una trappola del governo, come noi. E si sono messi sulla difensiva criticando solo il tipo di comportamenti degli occupanti, cosa che anche noi abbiamo criticato. Ma si sono dimenticati di contestualizzare, di analizzare il perché di quello che è successo. Ossia il problema non è criticare la rivolta degli schiavi ma spiegare perché ci sono schiavi e case padronali.

João Pedro Stedile, 48 anni, membro della direzione nazionale del MST e del comitato organizzatore del FSM- Porto Alegre.

Altri documenti presenti sul sito
Notizie di Marzo 2002
Dichiarazione MST della regione
Dichiarazione direzione nazionale MST
Solidarietà con i 16 arrestati
Lettera del settore della pastorale sociale della CNBB al MST
Dichiarazione della Commissione Pastorale della terra