Lettera dei sem terrinha al MST

Lettera dei sem terrinha al MST
12 ottobre 1999
Caro MST
Siamo figli e figlie di una storia di lotte.
Siamo un pezzetto della lotta per la terra e del MST. Scriviamo questa lettera per dire che non vogliamo essere solo figli di assentados e accampados. Vogliamo essere Sem Terrinha per partecipare alla lotta del MST.
Nel nostro paese c'è molta ingiustizia sociale. Perciò vogliamo cominciare ad aiutare tutti ad organizzarsi e lottare per i propri diritti. Vogliamo che i bambini di città e di campagna possano vivere con dignità. Non ci piace che tanta gente patisca la fame e sia senza lavoro per vivere.
In questo incontro dedicato alla giornata dei bambini e al 15° anniversario del MST prendiamo un impegno molto serio: seguire l'esempio dei combattenti come i nostri genitori e Che Guevara, cambiando la nostra storia.

Vi promettiamo:

  • di essere veri Sem Terrinha, onorando questo nome e la terra che le nostre famiglie hanno conquistato
  • di aiutare i nostri compagni che stanno negli accampamenti, incoraggiandoli a continuare la lotta
  • di studiare, studiare, studiare molto per aiutare la costruzione delle nostre scuole, dei nostri insediamenti, del nostro Brasile
  • di aiutare le nostre famiglie a piantare, raccogliere , preparare una tavola piena di cibi prodotti da noi stessi e senza insetticidi
  • di abbellire i nostri insediamenti e accampamenti piantando alberi e fiori e mantenendo tutto pulito
  • di continuare la mobilitazione e tenere incontri nelle comunità e nelle scuole di tutto il Brasile
  • di diffondere la conoscenza del MST e della sua storia, usando con orgoglio i nostri simboli

Non abbiamo ancora 15 anni ma ci impegnamo a lavorare perchè voi, noi, il MST abbia molti anni di lotta e di conquiste, per il popolo che crede in voi ed è voi.

Un forte abbraccio da tutti i partecipanti al 3° incontro dei Sem Terrinha del Rio Grande Do Sul.
Esteio, 12 ottobre 1999